FTSE 100 in ribasso in vista della decisione sui tassi di interesse della Banca d’Inghilterra

Andrew Bailey, governatore della Banca d’Inghilterra, mentre gli investitori attendono la decisione sui tassi di interesse della Banca d’Inghilterra lunedì pomeriggio. Il FTSE 100 è caduto in apertura. Foto: Frank Augstein/WPA Pool/Getty

Il FTSE 100 (^FTSE) e le azioni europee erano in rosso durante le contrattazioni di mezzogiorno quando la Bank of England (BoE) ha annunciato un aumento record dei tassi di interesse.

Il FTSE 100 è sceso dello 0,6% a 7.100, mentre il CAC (^FCHI) a Parigi è sceso dell’1,1% a 6.205 punti. In Germania, il DAX (^GDAXI) ha perso l’1,6% a 13.040.

L’indice blue-chip del Regno Unito è stato più basso poiché gli investitori hanno digerito la decisione della BoE di aumentare i tassi di interesse di 0,75 punti base fino a un massimo di 33 anni del 3%.

BT (BT-AL) ha guidato le perdite sul FTSE, scendendo di oltre il 7% dopo aver alzato il suo obiettivo di risparmio sui costi. Sainsbury’s ( SBRY.L ) è salito del 5,4% mantenendo la sua guida nonostante il calo degli utili.

Anche Rolls-Royce (RR.L) è rimasta indietro nonostante abbia annunciato che dovrebbe soddisfare le previsioni per l’intero anno grazie a una ripresa dell’aviazione a lungo raggio e a una forte attività di difesa.

Sophie Lund-Yates, Lead Equity Analyst di Hargreaves Lansdown, ha dichiarato: “Rolls Royce sta facendo tutto il possibile sotto il suo controllo. I costi sono regolati da clausole legate all’inflazione nei contratti con i clienti, il rimborso del debito e importanti ore di volo del motore sono gradualmente Il problema è, ed è stato il caso dalla pandemia, la lotta del gruppo contro molteplici venti contrari provenienti da forze esterne.

“Le ore di volo del motore, che vengono utilizzate per calcolare la frequenza di manutenzione dei motori Rolls Royce, non scompariranno mai del tutto poiché in Cina permangono le restrizioni. Allo stesso tempo, mentre il mucchio di debiti si sta riducendo e a un tasso di interesse fisso, è ancora enorme. Il gruppo sta portando in giro 4 miliardi di sterline (4,5 miliardi di dollari) di credito prelevato, e ciò limiterà la crescita per un po’, poiché alleggerire quel carico ha la precedenza su qualsiasi altra cosa eccitante”.

Leggi di più: I tassi di interesse sono saliti a un nuovo massimo di 33 anni dalla Banca d’Inghilterra

Le recenti turbolenze sotto il governo Truss hanno intaccato la reputazione del Regno Unito per la stabilità finanziaria, e questo deve essere ripristinato, ha affermato Alpesh Paleja, capo economista della CBI.

“La Banca ha fissato un aumento eccezionale dei tassi, sottolineando l’entità della sfida inflazionistica del Regno Unito. Un’economia in indebolimento e una politica monetaria più restrittiva si contrappongono alla volatilità dei prezzi globali dell’energia, alle aspettative di inflazione ostinatamente elevate e alle persistenti pressioni salariali.

“Con la politica monetaria incentrata sulla lotta all’inflazione, la priorità immediata del governo dovrebbe essere quella di rafforzare la fiducia dei mercati nella già scarsa reputazione di stabilità del Regno Unito, ma la sostenibilità fiscale e la crescita non dovrebbero essere né una scelta né una scelta.

“La dichiarazione d’autunno deve imparare la lezione degli anni 2010: la sostenibilità fiscale e l’aumento del trend di crescita sono entrambe priorità. Oltre a proteggere i più vulnerabili, il governo deve salvaguardare la spesa in conto capitale e le indennità di investimento per consentire agli investimenti del settore privato di guidare la crescita futura.

Leggi di più: Tassi di interesse: cosa significa per te il più grande aumento della Banca d’Inghilterra in 33 anni

La Federal Reserve americana ha alzato i tassi di interesse mercoledì. Era previsto un aumento di 75 punti base, ma i mercati statunitensi hanno subito un forte calo dopo che il presidente della Fed Jerome Powell ha segnalato che ulteriori aumenti erano imminenti.

“Abbiamo molta strada da fare” prima che gli aumenti dei tassi vengano interrotti, ha affermato.

“Il record storico mette fortemente in guardia contro un allentamento prematuro della politica”, ha avvertito Powell. “Rimarremo sulla rotta, finché il lavoro non sarà finito.”

Gli investitori ora si aspettano che i tassi aumentino di oltre il 5%, rispetto al 4% attuale.

Michael Hewson, capo analista di mercato di CMC Markets, ha dichiarato: “Sebbene Powell abbia riconosciuto che è probabile un rallentamento nell’entità degli aumenti dei tassi, ciò non cambia il fatto che i tassi probabilmente dovranno ancora aumentare abbastanza per riportare l’inflazione a l’obiettivo del 2% nel tempo”.

Nel frattempo, il greggio Brent (BZ=F) è sceso a 95 dollari al barile, in calo dell’1,1%.

I futures S&P 500 (ES=F), i futures Dow (YM=F) e i futures Nasdaq (NQ=F) erano in rosso con l’apertura delle contrattazioni europee.

I mercati asiatici sono crollati, con l’Hang Seng di Hong Kong (^HSI) in calo del 3% a 15.345 e lo Shanghai Composite (000001.SS) in calo dello 0,2% a 2.997 punti. Tokyo è chiusa per ferie.

A Wall Street, le azioni hanno chiuso mercoledì in perdita. Il Dow Jones (^DJI) è arretrato dell’1,5% chiudendo a 32.147. L’S&P 500 (^GSPC) ha perso il 2,5% finendo a 3.759 punti e il Nasdaq (^IXIC) pesantemente tecnologico è sceso del 3,3% a 10.524.

Leggi di più: FTSE 100: GSK aumenta le linee guida su profitti e vendite in mezzo alla forte domanda di vaccini

Victoria Scholar, responsabile degli investimenti di Interactive Investor, ha dichiarato: “L’ultimo aumento dei tassi di interesse della Fed ha spinto i mercati globali al ribasso con il Nasdaq che ha chiuso di oltre il 3% dopo che la banca centrale ha suggerito di essere pronta a continuare a far fronte all’inflazione.

“Il presidente della Fed Jay Powell ha avvertito che i tassi statunitensi aumenteranno al di sopra delle aspettative, sorprendendo le aspettative che il ciclo di rialzo dei tassi stia iniziando ad allentarsi e che l’inflazione sia sotto controllo agli occhi della Fed”.

Guarda: in che modo l’inflazione influisce sui tassi di interesse?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *