L’import expo mostra l’apertura dell’economia

La Fifth China International Import Expo, che si terrà a Shanghai da sabato a giovedì, dovrebbe contribuire a rafforzare lo sviluppo economico di alta qualità della Cina, espandere l’apertura e ottenere risultati vantaggiosi sia per gli importatori che per gli esportatori.

Crescita stabile e relativamente elevata, il recente annuncio del Fondo Monetario Internazionale di ridurre la previsione di crescita globale al 2,7 per cento per il 2023 mantenendo la crescita della Cina al 4,5-5 per cento, unita alla crescente domanda sia di import che di export con moderate pressioni inflazionistiche, ha ha creato un ambiente ideale per le imprese cinesi.

Il CIIE di quest’anno pone un’enfasi speciale sulla “I” per Internazionale. Sarà più grande delle precedenti fiere con più settori industriali rappresentati tra le aziende. E sottolinea che “la Cina è aperta agli affari”.

Superando le sfide causate dalla pandemia di COVID-19, l’economia cinese ha evidenziato la sua natura robusta e stabile. Non solo si è ripreso più velocemente e in modo più coerente rispetto alla maggior parte delle altre economie, ma ha anche realizzato una crescita positiva ed è stato più integrato nell’economia globale.

Tuttavia, la prova più tangibile e innegabile della maggiore apertura dell’economia cinese è fornita dall’indagine della Bank for International Settlements. I risultati del sondaggio mostrano che la valuta cinese sta guadagnando sia in termini di utilizzo che di credibilità in tutto il mondo. Il renminbi è diventato una delle principali valute in cui vengono condotte le attività sui mercati internazionali e negli ultimi anni si è ampliato del margine più ampio.

In particolare, i risultati dell’indagine indicano che il renminbi è ora la quinta valuta più scambiata al mondo, rispetto all’ottavo posto nel 2019. Si colloca accanto a dollaro USA, euro, sterlina britannica e yen giapponese in termini di commercio estero.

L’indagine non deve essere presa alla leggera, perché la Banca dei regolamenti internazionali è un’istituzione finanziaria internazionale di proprietà di 65 banche centrali il cui obiettivo principale è promuovere la cooperazione monetaria e finanziaria internazionale.

Inoltre, i risultati dell’indagine BRI sembrano essere coerenti con gli ultimi dati della Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication, un’organizzazione che fornisce una rete che consente alle istituzioni finanziarie di inviare e ricevere informazioni sulle transazioni finanziarie in modo sicuro, standardizzato e ambiente affidabile.

I dati SWIFT mostrano che il renminbi ha rappresentato circa il 2,4% dei pagamenti globali a settembre, rispetto al 2,3% del mese precedente, indicando un’ulteriore apertura del mercato cinese.

CIIE dovrebbe basarsi su questi dati e risultati.

Naturalmente, la quinta fiera dell’importazione si concentrerà sulla crescita dei settori industriali legati alla tecnologia digitale e allo sviluppo sostenibile, ad esempio il settore delle energie rinnovabili. La verità è che la Cina è aperta agli affari in vari settori che al mondo occidentale possono sembrare meno aperti, con il settore dei servizi finanziari cinese che ne è un esempio a causa dei suoi livelli record di investimenti all’estero e di un chiaro contesto imprenditoriale.

Forse l’Expo di quest’anno presenterà incredibili opportunità di business e di investimento nei settori dell’intrattenimento e della moda in rapida crescita in Cina. Ad esempio, gli stilisti e i marchi di moda cinesi sono costantemente elogiati nelle principali sfilate di moda internazionali. Uno di questi marchi di moda è MARRKNULL, un marchio di prêt-à-porter unisex fondato da Mark Wang e Tim Shi nel 2016.

In effetti, la comunità imprenditoriale e degli investimenti all’estero vedrà che la quinta fiera dell’importazione mostra una mente aperta in termini di cooperazione globale e cooperazione commerciale.

È vero, tuttavia, che a livello macroeconomico, la politica di liquidazione dinamica della Cina per prevenire e controllare la diffusione del nuovo coronavirus ha attirato opinioni polarizzanti. Ma anche uno sguardo superficiale ai risultati economici della Cina renderà chiaro che senza una strategia così ferma e decisa, l’economia cinese non si sarebbe ripresa così rapidamente e in modo così spettacolare. In effetti, l’autorizzazione fluttuante della Cina, dolorosamente a breve termine, dovrebbe essere applaudita, poiché aumenta la fiducia delle imprese internazionali e gli investimenti nell’economia cinese.

In altre parole, il CIIE di quest’anno è come un faro per la comunità globale degli affari e degli investimenti. Ciò fornirà loro un’altra opportunità per assistere alla modernizzazione e al progresso tecnologico che è alla base del mercato cinese e all’ulteriore apertura dell’economia cinese.

Mentre l’economia globale lotta per riprendersi dagli effetti di molteplici shock, tra cui la pandemia e il conflitto Russia-Ucraina, l’economia cinese si sta sempre più aprendo e creando opportunità per tutti.
Fonte: China Daily

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *