Netflix, PlayStation e Microsoft si uniscono alla corsa ai videogiochi per dispositivi mobili: come si stanno preparando per avere successo? – Microsoft (NASDAQ:MSFT), Netflix (NASDAQ:NFLX), Sony Group (NYSE:SONY)

Di Miguel Porter

Netflix NFLX, Sony SONY‘S Stazione di gioco e Microsoft MSFT sta guadagnando slancio per unirsi alla rivoluzione degli smartphone. Il formato mobile è il futuro dei giochi?

La portabilità è stata una delle caratteristiche più clamorose degli ultimi anni nell’industria dei videogiochi. Ha cominciato a guadagnare forza nel Nintendo NTDOY Passa a una console ibrida e diventa un fedele compagno di giocatori su smartphone con titoli come PUBG, COD Mobile e Genshin Impact, che è in cima alle classifiche globali di download (e guadagni).

La possibilità di salvare una partita e continuare in seguito, da qualsiasi luogo, è una grande attrazione. E se a questo aggiungiamo il fatto che i nuovi dispositivi hanno specifiche hardware migliori, siamo di fronte a una piattaforma che sicuramente crescerà molto nei prossimi anni.

Soprattutto, alcune delle più grandi società di intrattenimento del mondo, come Netflix, PlayStation e Microsoft, si stanno preparando a fare il salto sui piccoli schermi.

Ma cosa stanno pianificando?

PlayStation e Microsoft: i leader delle console si avventurano in territorio straniero

PlayStation e Microsoft sono aziende leader nel settore dei videogiochi. Tuttavia, il nostro punto di vista su entrambi potrebbe iniziare a cambiare presto.

PlayStation non è l’unico leader di “console desktop”. Ora è anche produttore di film (“Uncharted”) e serie (“The Last of Us”), videogiochi diventati per PC e, presto, giochi per smartphone.

Per i piccoli schermi, l’azienda giapponese ha tentato la fortuna con due piccoli progetti. “Uncharted Fortune Hunter”, che ha chiuso i suoi server all’inizio del 2022, e “Corri, Sackboy! Correre!” Questi sono rispettivamente adattamenti di “Uncharted” e “Little Big Planet” e hanno lo stesso concetto: un corridore senza fine attraverso i mondi PlayStation.

Nessuno di questi è stato un successo o un fallimento, ma sono esistiti e sono stati i primi passi del marchio verso il mobile.

Vedi anche: ESCLUSIVO: come Ironhide, lo studio di videogiochi dietro “Kingdom Rush”, ha venduto 30 milioni di copie per diventare il leader del LatAm

Un fatto importante è l’uscita di “Uncharted Fortune Hunter” e “Run, Sackboy! Run!” si è concretizzato sotto la direzione di Giovanni Kodera, ex presidente della SIE, e Shuhei Yoshida, ex capo dei Sony Computer Entertainment Worldwide Studios.

Nel 2019, quando Jim Ryan (SIE) e Hermen Hulst (SCE Worldwide Studios) ha preso il sopravvento, i piani del marchio hanno cambiato e diretto l’espansione dei media, sia all’interno che all’esterno dei videogiochi.

Un esempio di questo è l’apertura di PlayStation Studios Mobile divisione e l’acquisizione di Giochi selvaggi studio nell’agosto di quest’anno. La società ha annunciato l’imminente rilascio di “un gioco d’azione con servizio live AAA” e con la nuova divisione si aspetta “esperienze mobili innovative basate su IP PlayStation esistenti e nuovi”.

Da parte Microsoft, l’attenzione è puntata sul fortunato servizio in abbonamento Game Pass, che permette di giocare a un catalogo di oltre 100 videogiochi su qualsiasi piattaforma: console (Xbox One, Xbox Series X|S), PC e smartphone (Android) .

Nel caso degli smartphone i titoli non sono scaricabili, e vanno giocati invece tramite xCloud Gaming, cioè tramite “il cloud”. Con una connessione in fibra ottica ad alta velocità, è possibile completare un’intera campagna senza problemi.

E per i giocatori che non sono abituati ai controlli sullo schermo, i joystick Xbox ufficiali possono sincronizzarsi con qualsiasi Alfabeto Inc GOOG Smartphone Android per giocare a Game Pass come su console o PC.

Microsoft in genere non condivide il numero di utenti attivi sul suo servizio. Tuttavia, un recente rapporto ha confermato che sono stati raggiunti 25 milioni di abbonamenti: se lo guardiamo dall’esterno, è un buon numero; ma all’interno dell’azienda si prevede un numero maggiore.

Axios riporta che l’anno fiscale 2022 di Microsoft si è concluso con il 28% in più di abbonati rispetto al precedente. In azienda però si aspettano un aumento del 73%, un’aspettativa molto lontana dalla realtà.

“Stiamo assistendo a una crescita incredibile nel PC”, ha detto Phil Spencer in una recente intervista. “Su console, ho visto rallentare la crescita, principalmente perché a un certo punto hai raggiunto tutti coloro che vogliono abbonarsi su console”.

Non ha menzionato nulla di Gamepass su Android (xCloud).

Nel suo viaggio nel mondo degli smartphone, i piani dell’azienda includono l’apertura di un proprio app store per competere nientemeno che con Google e il Play Store di Apple. AAPLdi App Store.

Giochi Netflix: un catalogo interessante in attesa del 99% degli utenti

Netflix è noto per la sua piattaforma di streaming di film, serie e documentari, ma l’anno scorso si è spostato anche nel mondo dei videogiochi.

L’azienda ha recentemente presentato al mondo “Netflix Games”, una sezione a disposizione di tutti gli abbonati del suo servizio di streaming originale, con accesso a un catalogo di videogiochi famosi, classici e alcuni nuovi, da giocare in locale (cioè scaricando ) utilizzando uno smartphone o un tablet.

Vedi anche: Il mercato dei videogiochi vede un altro ingresso inaspettato mentre TikTok segue i passaggi di Netflix: quali sono le prime mosse del gigante cinese?

Cosa porta il catalogo? Molti dei titoli disponibili sono di innegabile qualità. Abbiamo visto “Hextech Mayhem: A League of Legends Story” (un gioco ritmico di Riot Games, creatori di “League of Legends”), “Poinpy” (dal creatore di “Downwell”), “Oxenfree” (da Night School di Netflix Studio), “Moonlighter”, “Spiritfarer” e “Into the Breach”.

La mossa arriva in un contesto in cui Netflix ha perso centinaia di migliaia di abbonati in tutto il mondo, di fronte all’emergere di nuove piattaforme di streaming come HBO Max, Disney+, Star+ e Amazon AMZN Prime Video, tra gli altri. Con un ampio catalogo di videogiochi senza costi aggiuntivi, Netflix cerca di catturare l’attenzione dei nuovi utenti.

Va notato che la concorrenza non è troppo lontana nel settore dei giochi. Disney DIC ha avviato una catena di produzione di videogiochi per tutti i tipi di piattaforme, inclusi gli smartphone, e con licenze pesanti come Sorprendente o Pixar. Il suo ultimo grande successo è stato “Disney Dreamlight Valley”, attualmente disponibile in “accesso anticipato”. Tuttavia, per ora, la Disney non dovrebbe portare i videogiochi sulla sua piattaforma di streaming.

Da parte sua, Prime Video fornisce mensilmente ai suoi abbonati diversi videogiochi e contenuti scaricabili.

Ma la mossa di Netflix ha alcuni punti interessanti. La società aveva un contratto esclusivo temporaneo con “Hextech Mayhem: A League of Legends Story” e ha assunto Night School Games, creatori di “Oxenfree”, per sviluppare un sequel.

La società ha anche aperto un nuovo studio in Finlandia e un altro nel sud della California con Chacko Sonny, produttore di “God of War Ascension” e “Overwatch”, al timone. I suoi piani puntano alla produzione di 55 giochi e all’integrazione del cloud gaming nella piattaforma.

L’attrazione di Netflix Games è, senza dubbio, l’accesso senza costi aggiuntivi a un interessante catalogo di videogiochi da gustare senza pubblicità.

Ma cosa dicono i numeri?

Un rapporto della CNBC evidenzia che meno dell’1% degli utenti globali di Netflix ha scaricato questi videogiochi. Il futuro può avere speranza, ma sembra che il presente non sia brillante come previsto.

Quindi, tra passi falsi e grandi successi aziendali, una cosa è chiara: il futuro del gaming lo si vive sui piccoli schermi dei nostri smartphone.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *