L’Ucraina sta cercando la tecnologia per aiutare a ricostruire la sua economia in mezzo all’aggressione russa

Mentre la guerra in Ucraina continua, gli imprenditori tecnologici del paese stanno cercando di rimanere positivi.

“Non credo che ci sia nulla al mondo che possa uccidere la nostra capacità di vincere e la nostra capacità di lavorare o altro”, ha detto alla CNBC Valery Krasovsky, CEO e co-fondatore di Sigma Software a margine del Web Summit tech conferenza a Lisbona.

Sigma, che ha 2.000 dipendenti con sede in Ucraina, ha dotato i suoi uffici di generatori diesel e terminali Internet Starlink per consentire ai dipendenti di continuare a lavorare in mezzo al bombardamento russo di infrastrutture energetiche critiche.

“Non può succedere nulla che ci impedisca di fornire affari, anche in queste condizioni”, ha aggiunto.

Sigma è stata una delle 59 start-up ucraine che hanno partecipato all’evento la scorsa settimana. L’Ucraina ha avuto una presenza notevole al Web Summit, dove ha cercato il supporto della comunità tecnologica globale per rafforzare la sua lotta contro la Russia.

Nel 2021, l’Ucraina ha avuto un piccolo stand al Web Summit, ha detto Krasovsky. Quest’anno aveva uno stand più grande, illuminato in giallo e blu. È stato circondato da una marea di visitatori, con la first lady ucraina Olena Zelenska – scortata da guardie armate mentre si faceva strada attraverso il locale – tra loro.

La sera dell’inaugurazione, Zelenska ha tenuto un discorso entusiasmante invitando gli imprenditori e gli investitori tecnologici ad aiutare il suo paese.

“Sei la forza che muove il mondo”, ha detto martedì Zelenska, la moglie del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy, a un pubblico gremito.

Mentre la Russia usa la tecnologia per “terrore”, la comunità internazionale ha “tecnologie che aiutano, non distruggono”, ha aggiunto.

La Russia ha definito la sua invasione una “operazione militare speciale”. Per l’Ucraina, tuttavia, si tratta di un accaparramento di terre non provocato volto a distruggere la sua sovranità.

Ricostruire con la tecnologia
Funzionari e uomini d’affari ucraini affermano che la tecnologia sarà la chiave per aiutare il Paese a ricostruirsi dopo l’invasione russa.

Mosca ha lanciato la sua invasione dell’Ucraina a febbraio e la guerra ha devastato l’economia del paese. Il suo prodotto interno lordo si è ridotto del 30% quest’anno, secondo i dati del ministero dell’Economia.

La Banca mondiale stima che il prodotto interno lordo dell’Ucraina si contrarrà del 45% entro il 2022.

“Le persone a Kiev e in alcune altre città, costruiscono, fanno affari, esportano ancora”, ha affermato Dima Shvets, CEO e co-fondatore della startup di social media ucraina Reface, alla CNBC.

Shvets gestisce Reface a distanza da Londra, dove vive con la moglie e la figlia di quattro anni. Circa la metà della sua squadra di quasi 200 persone continua a lavorare in Ucraina. Quando iniziano i bombardamenti, le persone usano il seminterrato dell’avamposto ucraino di Reface come rifugio per nascondersi.

Reface ha affittato un hotel per 50 persone nella parte occidentale dell’Ucraina con un’infrastruttura separata per l’elettricità in modo che possano continuare a lavorare in sicurezza, ha affermato Shvets. Ha cercato di trasferire “organicamente” i lavoratori in Portogallo, ha aggiunto, ma convincerli ad andarsene è stato difficile.

“La gente ha case, famiglie in Ucraina”, ha detto.

In un’intervista con Karen Tso della CNBC, la first lady ucraina ha affermato che è “impossibile sottovalutare” il ruolo della tecnologia in Ucraina.

“In questa situazione, è difficile parlare di sostenibilità, tecnologia, sviluppo, perché stiamo solo cercando di resistere e vivere il più normalmente possibile”, ha detto Zelenska. “Tuttavia, abbiamo molte startup e spero che tutte le idee presentate a questo vertice possano spingerci al successo”.
Con l’avvicinarsi dell’inverno, tuttavia, l’Ucraina avrà bisogno di qualcosa di più di un semplice investimento IT per superare i difficili mesi a venire.
Ci sono state segnalazioni di interruzioni di corrente diffuse che sono durate diverse ore in tutto il paese. Secondo il governo, circa il 40% del sistema energetico ucraino è stato distrutto.

“L’Ucraina ha bisogno di più armi, più aiuti militari”, ha detto Zelenska, chiedendo specificamente missili di difesa aerea.

Il capitale arriverà
Secondo la Banca nazionale ucraina, l’industria IT ucraina ha generato entrate per 2 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2022, con un aumento del 28% su base annua nonostante la devastazione causata dall’invasione russa.

La guerra ha causato lo sfollamento di milioni di ucraini, compresi i professionisti della tecnologia. Molti si sono uniti a incarichi all’estero. Una volta che i combattimenti saranno finiti, quei lavoratori dovrebbero tornare.

Alcune aziende stanno aumentando le assunzioni in Ucraina nella scommessa che l’industria tecnologica del paese emergerà più forte dopo la guerra.

Due mesi fa, la società di software VPN lituana Nord Security ha aperto un ufficio nella città di Leopoli, nell’Ucraina occidentale. La società prevede di assumere 100 persone lì, secondo il CEO Tom Okman.

“Pensiamo che sia ora di riprendersi l’Ucraina e pensiamo che il talento sia fantastico”, ha detto Okman alla CNBC.

Ha notato che l’Ucraina ospita migliaia di programmatori e ingegneri di software qualificati. “Pensa solo a quante aziende americane hanno IT outsourcing” in Ucraina, ha detto.

Diversi fondatori di “unicorni” da miliardi di dollari provengono dall’Ucraina, tra cui Max Lytvyn e Alex Shevchenko di Grammarly e Dmitriy Zaporozhets di GitLab. Google, Samsung e Amazon hanno anche centri di ricerca e sviluppo nel paese.

Ma ci sono sfide al di là della guerra che deve affrontare l’ecosistema tecnologico dell’Ucraina. Il panorama delle imprese del paese è ancora in evoluzione. Le startup nel paese hanno raccolto solo $ 22 milioni finora quest’anno, secondo i dati di Dealroom.

“Non c’è un enorme afflusso di capitali per sostenere ciò che stiamo facendo”, afferma Shvets di Reface. “Quello che dovremmo fare bene ora è mostrare più esempi di imprenditorialità”.

Shvets ha affermato che il governo ucraino dovrebbe cercare di aiutare gli imprenditori locali nel paese con incentivi fiscali e altre iniziative commerciali.

Tuttavia, ci sono segnali che il sentimento degli investitori tecnologici in Ucraina stia migliorando. Il mese scorso, Horizon Capital, una società di venture capital con sede a Kiev, ha raccolto 125 milioni di dollari per un fondo di avvio volto a supportare i fondatori ucraini.

SID Venture Partners, un fondo di rischio istituito da Sigma e dalle altre società tecnologiche ucraine Ideasoft e Datrics, ha finora investito in 10 startup con fondatori ucraini, ha affermato Krasovsky.

Prevede di raccogliere ulteriori $ 50-60 milioni da investitori istituzionali dopo aver raccolto i primi $ 15 milioni nel dicembre 2021. “C’è molto interesse”, ha detto Krasovsky.
Fonte: CNBC

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *