Meta ha tagliato 11.000 dipendenti nel più grande abbattimento nella storia dell’azienda

Meta ha licenziato più di 11.000 dipendenti, riducendo il proprio organico di circa il 13%, nei licenziamenti più drammatici della sua storia mentre il gigante dei social media combatte il calo dei ricavi e l’aumento della concorrenza.

L’amministratore delegato Mark Zuckerberg ha inviato un’e-mail ai dipendenti mercoledì mattina informandoli dei licenziamenti.

“Voglio essere ritenuto responsabile di queste decisioni e di come siamo arrivati ​​qui. So che è difficile per tutti e sono particolarmente dispiaciuto per le persone colpite”, ha aggiunto.

Zuckerberg ha affermato che la crescita dei ricavi sperimentata durante la pandemia non è stata sostenuta, le prestazioni pubblicitarie sono diminuite e l’e-commerce è diminuito, il tutto in un ambiente di recessione economica e maggiore concorrenza.

“[These factors] il nostro reddito si è rivelato inferiore a quello che mi aspettavo. Ho sbagliato e me ne assumo la responsabilità”, ha aggiunto.

I team di tutta l’azienda sono interessati, con la sua divisione di reclutamento “colpita in modo sproporzionato” poiché Meta estende il blocco delle assunzioni.

I dipendenti statunitensi riceveranno un pacchetto di fine rapporto di 16 settimane di retribuzione base e due settimane di retribuzione aggiuntive per ogni anno di servizio, senza alcun tetto massimo. I pacchetti per i dipendenti internazionali saranno simili e verranno lanciati presto, aggiunge l’e-mail.

Il personale interessato avrà accesso al sistema Meta che è stato revocato mercoledì, oltre all’accesso alla posta elettronica “in modo che tutti possano comunicare”, ha affermato Zuckerberg.

Le azioni Meta sono aumentate di oltre il 7% nelle contrattazioni di mezzogiorno di mercoledì.

Altre misure di risparmio sui costi includono la riduzione dei budget e dei vantaggi per il personale, ha aggiunto. L'”impronta immobiliare” dell’azienda sarà “ridotta”, suggerendo la chiusura di alcuni uffici. Al personale che spesso lavora da remoto verrà chiesto di condividere la scrivania. Zuckerberg ha affermato che ulteriori modifiche saranno annunciate nei prossimi mesi.

Un rallentamento economico che include l’aumento dell’inflazione e del costo del capitale ha colpito i gruppi Big Tech quest’anno. Gli investitori hanno cancellato oltre 89 miliardi di dollari dalla capitalizzazione di mercato della società alla fine di ottobre dopo che Meta ha registrato guadagni in calo e Zuckerberg non è riuscito a convincere gli investitori che la sua costosa scommessa sulla costruzione del metaverso che l’avatar digitale completo, che è stato inaspettatamente redditizio per anni, sta dando i suoi frutti .

Ma anche lo staff che lavorava sulla visione di Meta per il metaverso è stato colpito, con individui che hanno lavorato su Horizon Worlds, la sua esperienza di realtà virtuale sociale e Quest, il suo visore per realtà virtuale, che ha annunciato le partenze.

Meta, che possiede Facebook, Instagram e WhatsApp, ha anche riconosciuto di dover affrontare una maggiore concorrenza da parte di rivali come l’app di video in formato breve TikTok e difficoltà nel prendere di mira e misurare la pubblicità a causa delle modifiche apportate da Apple alla sua politica sulla privacy. Il prezzo delle sue azioni è sceso del 71,5 per cento nell’anno in corso.

“Meta è nel mezzo di una crisi di identità”, ha affermato Mike Proulx della società di ricerca tecnologica Forrester. “L’azienda ha un piede in una rischiosa scommessa sul metaverso a lungo termine e l’altro piede non è riuscito a competere con TikTok. Nessuno di questi è di buon auspicio per Meta a breve termine e misure di riduzione dei costi più drastiche non saranno evitabili mentre la società cerca di riorganizzarsi verso un tetro 2023”.

La ristrutturazione arriva pochi giorni dopo che il nuovo proprietario di Twitter, Elon Musk, ha licenziato metà dei 7.500 dipendenti del sito di social media nel tentativo di rivedere il modello di business dell’azienda, mentre un numero crescente di inserzionisti ha abbandonato le proprie spese dalla piattaforma. per le preoccupazioni sui suoi piani per rilassare la moderazione dei contenuti.

Nel frattempo, anche la rivale più piccola Snap ha licenziato circa un quinto della sua forza lavoro, dopo aver registrato la sua crescita più lenta di sempre.

A settembre, Zuckerberg ha annunciato internamente che stava implementando un blocco delle assunzioni per la maggior parte dei ruoli all’interno dell’azienda e intendeva ridurre i costi.

Da allora, ai direttori è stato chiesto di redigere elenchi del 15% dei membri del loro team da sottoporre a revisione delle prestazioni, il che significa che devono trovare ruoli alternativi o andarsene entro 30 giorni, si dice.

Due dipendenti con sede nel Regno Unito hanno detto al Financial Times che il personale era in attesa di comunicazioni formali di licenziamento. Secondo la legge britannica, i licenziamenti di oltre 100 dipendenti richiedono 45 giorni di consultazione prima dei primi licenziamenti.

“Purtroppo, il tuo ruolo potrebbe essere influenzato da questo programma di licenziamento proposto e, quindi, entreremo ora in un periodo di consultazione collettiva”, ha affermato un’e-mail a un membro dello staff britannico visto dal Financial Times.

I dipendenti possono “chiedere chiarimenti, porre domande e considerare potenziali proposte alternative”, ha aggiunto.

Segnalazione aggiuntiva di Ian Johnston a Londra

Questo articolo è stato rivisto dalla pubblicazione iniziale per rimuovere una citazione erroneamente attribuita

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *