Recensione di sopravvissuti ai vampiri | Recensioni Xbox per PC

Dichiarazione di non responsabilità: questa recensione è basata sulla versione PC Game Pass di Vampire Survivors.

Il periodo che precede le festività natalizie è spesso una battaglia tra i più grandi giochi e franchise. Allora, qual è tutto il trambusto di questo gioco indipendente Vampire Survivors? Se non hai sentito parlare di questo sparatutto roguelite, preparati a essere stupito. Vampire Survivors – prende ispirazione da titoli come il successo mobile Sopravvivenza magica – è popolare da meno di un anno e ora debutterà ufficialmente su Xbox One e Xbox Series X|S con Xbox Game Pass il 10 novembre. È stato anche rilasciato su PC Game Pass, che è la piattaforma su cui è stato giocato il gioco per questa recensione.

Per andare al sodo, questo mucca essere il miglior gioco indie a cui hai giocato quest’anno. Ha anche una brillante storia passata, con lo sviluppatore Luca “Poncle” Galante che ha dovuto lasciare il suo lavoro diurno dopo che il gioco è diventato una sensazione dall’oggi al domani non molto tempo dopo il suo accesso anticipato a dicembre dello scorso anno. Da allora Vampire Survivors è entrato nelle classifiche su piattaforme come Steam e ad un certo punto ha avuto più di 77.000 giocatori simultanei.

Recensione di Vampire Survivors - Screenshot 2 di 3

Quindi, seriamente, qual è il problema qui? Bene… Vampire Survivors è un Veramente gioco avvincente. È facile da imparare ma difficile da padroneggiare. Scegli tra un gruppo di personaggi, ognuno con un’abilità unica, incluso un uomo con la frusta (che potrebbe essere il parente perduto da tempo di Simon Belmont da Castlevania serie) e da qui, l’obiettivo è semplicemente quello di sopravvivere alle orde di mostri il più a lungo possibile, con l’obiettivo di raggiungere spesso i 30 minuti.

Il tuo compito in ogni corsa è far salire di livello il tuo personaggio sconfiggendo i nemici, raccogliendo gemme per l’esperienza, aumentando di livello le abilità esistenti e quindi anche aggiungendo nuove abilità al tuo set di abilità mentre combatti ondate di non morti, mostri e altre minacce tematiche appropriate. Un’altra cosa da sottolineare è che tutti gli attacchi sono automatici, quindi tutto ciò che devi fare è navigare nel tuo ambiente e sviluppare le tue abilità mentre continui a salire di livello. Inoltre, rende i controlli del gioco incredibilmente accessibili, sia che tu stia giocando con una tastiera o un controller Xbox.

La gioia di Vampire Survivors deriva semplicemente dal cercare di superare la tua corsa precedente. In ogni sessione affronterai ondate di nemici, con punti chiave in ogni corsa in cui l’intensità aumenta e i nemici crescono in forza e dimensioni. Non puoi davvero superare questi mob perché sono sul tuo schermo, con i giocatori che devono falciare centinaia di nemici contemporaneamente ogni minuto. Ancora una volta, il concetto “facile da imparare ma difficile da padroneggiare” incoraggia i giocatori a superare le loro attuali corse, rendendo il gioco più facile estremamente crea dipendenza. Probabilmente non sarai in grado di staccarti da Vampire Survivors una volta che avrai un’idea del ciclo di gioco.

Recensione di Vampire Survivors - Screenshot 3 di 3

La fine del gioco è… avviso di viaggio interrotto… Death (aka “The Reaper”), che ottieni dopo aver completato le fasi. Il ciclo del ciclo viene quindi risciacquato e ripetuto con altri personaggi e classi (da maghi, maghi e altro) e ci sono anche alcuni potenziamenti che puoi migliorare prima di una battaglia che per lo più aumenta le tue possibilità di sopravvivere all’assalto dei nemici. Le monete possono anche cadere durante la corsa, permettendoti di tornare indietro e aumentare di livello le statistiche nel menu di potenziamento dedicato e persino sbloccare nuovi personaggi.

Per quanto riguarda i potenziamenti durante la corsa, puoi scegliere di aumentare di livello i tuoi scudi con potenziamenti per armature e barriere all’aglio. Poi ci sono attacchi come bacchetta di fuoco, ascia, frusta e pugnale. Entrano in gioco anche altre abilità come velocità e fortuna. Tutti questi diventano più grandi e migliori man mano che sali di livello, ma anche i nemici diventeranno più forti col passare del tempo. Ci sono anche potenziamenti a tempo e opzioni di recupero della salute in ogni fase, spesso presenti nei forzieri, a volte lasciati cadere da nemici speciali. Il classico pollo sul pavimento (un omaggio a Castlevania) ti curerà, poi ci sono i timer che fermano i movimenti dei nemici e vari power-up.

Conclusione

Vampire Survivors potrebbe non essere molto di cui entusiasmarsi a prima vista, ma quello che fa lo fa incredibilmente bene, rendendolo un gioco assolutamente da non perdere, specialmente per i fan del calibro di titoli. È l’ideale per sessioni brevi e lunghe, incredibilmente accessibile con controlli semplici e molta profondità una volta che conosci ogni personaggio, con combo di abilità ed evoluzioni di armi che ti consentono di potenziare i poteri del tuo personaggio in ogni sorta di modi eccitanti. Vampire Survivors potrebbe essere il gioco indipendente dell’anno e facilmente uno dei migliori giochi a cui puoi giocare su Xbox e Game Pass nel 2022 e oltre.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *