Il crollo della società Crypto FTX potrebbe essere dirompente attraverso la finanza tradizionale

L’improvvisa scomparsa dell’exchange di criptovalute FTX, che venerdì ha dichiarato bancarotta, ha sbalordito il mondo delle criptovalute e i suoi effetti si stanno già diffondendo nei mercati finanziari tradizionali.

Scopri di più su questa storia da Benjamin Powers:

In meno di due settimane, la quarta borsa valori al mondo per volume è crollata e il suo fondatore e CEO, Sam Bankman-Fried, probabilmente il volto della criptovaluta negli Stati Uniti, si è dimesso.

I drammatici sviluppi porteranno quasi certamente a un ulteriore controllo normativo del settore. È probabile che la caduta ripristinerà l’aumento degli investimenti e dell’interesse per le criptovalute da parte di banche di investimento, piani pensionistici e altri attori della finanza tradizionale. Gli investitori in FTX includono l’Ontario Teachers’ Pension Plan, il conglomerato giapponese SoftBank e la società di venture capital statunitense Sequoia Capital.

La domanda ora è quanto possono essere brutte le cose. La Securities and Exchange Commission sta indagando sulla questione e le autorità di regolamentazione delle Bahamas hanno congelato le attività di FTX Digital Markets, una delle principali sussidiarie di FTX con sede lì.

“Hai gestori patrimoniali, fondi di investimento e altre entità che hanno investimenti in società crittografiche e società collegate alle criptovalute che stanno riducendo tali risorse”, ha affermato Howard Fischer, ex consulente legale senior presso la SEC e partner dello studio legale Moses e Cantante. “Gli investitori in quelle società hanno visto i loro asset diminuire e c’è un potenziale effetto a catena che costringerà molte persone, aziende e investitori a liquidare altri asset per compensare il deficit di FTX”.

La caduta

Il primo segnale di problemi con FTX è arrivato il 19 novembre. 2, quando CoinDesk ha riferito che Alameda Research, una società commerciale guidata anche da Bankman-Fried, deteneva una quantità significativa della moneta creata da FTX nel suo bilancio. I legami finanziari ampi e precedentemente non divulgati tra le società hanno turbato gli investitori e hanno provocato una svendita della criptovaluta di FTX, FTT, che è rapidamente degenerata in una corsa agli sportelli su FTX.

Martedì di questa settimana, FTX ha interrotto i prelievi dei clienti.

L’inizio della fine è arrivato giovedì, quando un più grande scambio di criptovalute, Binance, ha deciso di non salvare il suo rivale dopo aver firmato una lettera di intenti per acquistare la società martedì, in attesa di uno sforzo adeguato. Binance ha annullato l’accordo dopo aver esaminato i bilanci di FTX per determinare se il valore totale dell’exchange ha superato il buco di $ 6 miliardi nei suoi bilanci.

Il rapporto tra FTX e Alameda è oscuro da anni. Ma giovedì, il Wall Street Journal ha riferito che Alameda ha preso in prestito $ 10 miliardi di fondi dei clienti di FTX e li ha investiti in proposte rischiose, creando la crisi di liquidità esposta dalla recente corsa agli sportelli di FTX.

A differenza di una tradizionale banca commerciale o di risparmio, FTX non è assicurata dalla Federal Deposit Insurance Corporation, uno strato di protezione creato in risposta alle massicce corse agli sportelli durante la Grande Depressione. Per i clienti FTX, ciò significa che non vi è alcuna garanzia che lo scambio abbia i fondi da prelevare quando quei clienti li desiderano.

Gli investitori di FTX hanno perso milioni e i clienti stanno vendendo i saldi dei loro conti congelati per pochi centesimi sul dollaro e alcuni potrebbero non rivedere mai più i loro fondi, nonostante le assicurazioni di Bankman-Fried che tutti i fondi sono al sicuro.

Oltre a Sequoia Capital, altre importanti società finanziarie come Galaxy Digital, Amber Group, Tiger Global e Genesis Global Trading hanno perso i loro fondi o hanno bloccato i loro scambi. Edward Moya, analista di mercato senior di OANDA, una piattaforma di servizi di trading multi-asset online, dati valutari e analisi, ha affermato che prima della crisi FTX, le criptovalute erano sulla strada della legittimità e stavano diventando una parte comune dei portafogli commerciali.

Un reset all’orizzonte?

Ora tutto ciò è incompiuto.

“Sta diventando chiaro che non c’è abbastanza regolamentazione messa in atto”, ha detto Moya. “La chiusura sembra essere stata determinata da scommesse rischiose con i soldi dei clienti. E quella storia non andrà via presto”.

Il crollo di FTX potrebbe riportare l’industria delle criptovalute indietro di anni, ha aggiunto, e rimodellare il modo in cui le società finanziarie tradizionali vedono il settore.

“Non sto dicendo che non sia tutto come una Lehman [Brothers] momento per tutti, ma questo è per le criptovalute”, ha affermato Moya, riferendosi allo scioccante crollo della società di servizi finanziari di lunga data durante la crisi dei mutui subprime del 2008.

Fischer ha affermato che gli effetti completi non saranno noti per un po’ di tempo, poiché la situazione FTX è tutt’altro che stabile. “Ci sarà una pressione al ribasso sui prezzi su queste altre risorse e potrebbero essere risorse crittografiche o non crittografiche”, ha affermato.

Per Howard, una delle ironie di tutto questo è che probabilmente accelererà una regolamentazione più rigida del settore delle criptovalute.

“Se questo è un prodotto regolamentato e questo settore è trattato come altri settori dei servizi finanziari, le autorità di regolamentazione possono entrare nei libri contabili, esaminare il rischio, esaminare le attività e le passività ed è stato stabilito che c’era un problema prima che diventasse un disastro”, ha detto.

La dichiarazione di fallimento di FTX elenca un totale di 134 diritti aziendali separati, illustrando quante dita ha FTX nella proverbiale torta e fino a che punto potrebbero diffondersi le onde d’urto.

“Mi chiedo quante delle 134 società che hanno dichiarato bancarotta sapessero di aver dichiarato bancarotta”, ha detto venerdì Nikhilesh De, caporedattore di CoinDesk per la politica e la regolamentazione globale in un Grid Twitter Space in merito alla notizia del fallimento di FTX.

Grazie a Lillian Barkley per il copy editing di questo articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *