Il Segretario Generale afferma l’importanza di un’economia globale unica |

Il signor Guterres ha parlato con i giornalisti il ​​giorno dopo aver parlato con i leader regionali presenti al 12° vertice tra l’ONU e l’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN), composta da 10 membri.

Evita a tutti i costi

“Come ho detto al vertice di ieri, dobbiamo evitare con tutti i mezzi la divisione dell’economia globale in due parti, guidati dalle due maggiori economie – gli Stati Uniti e la Cina”, ha detto.

“Una tale spaccatura, con due diversi insiemi di regole, due valute dominanti, due Internet e due strategie di intelligenza artificiale opposte, è minare la capacità del mondo di rispondere alle grandi sfide che dobbiamo affrontare.”

Ha affermato che i paesi dell’ASEAN sono in una buona posizione per colmare questo divario, sottolineando che “dobbiamo avere un’economia globale e un mercato globale con accesso per tutti”.

‘Incubo senza fine’ in Myanmar

Il capo delle Nazioni Unite ha anche riferito su alcune delle questioni discusse al vertice, tra cui la situazione in Myanmar, che ha descritto come “un incubo senza fine per la popolazione di quel paese, e una minaccia per la pace e la sicurezza in tutta la regione”.

L’esercito del Myanmar ha preso il potere nel febbraio 2021 e da allora il paese è in una crisi politica, dei diritti umani e umanitaria.

Il Sig. Guterres ha affermato che l’ASEAN ha adottato un approccio di principio alla questione attraverso il suo Consenso in cinque punti.

È necessario un approccio unificato

Il piano è stato adottato nell’aprile 2021 e prevede l’immediata cessazione della violenza, un dialogo costruttivo tra le parti, la nomina di un inviato speciale, la fornitura di assistenza umanitaria e una visita nel Paese dell’inviato speciale.

“Incoraggio tutti i paesi, compresi i membri dell’ASEAN, a cercare un approccio unificato al Myanmar, incentrato sui bisogni e sulle aspirazioni della popolazione del paese”, ha affermato.

Soluzioni per tempi turbolenti

All’ordine del giorno del vertice della giornata c’erano anche la guerra in Ucraina, la crisi energetica e alimentare mondiale e l’emergenza climatica.

“In questi tempi turbolenti, le organizzazioni regionali, compreso l’ASEAN, sono essenziali nella costruzione di soluzioni globali”, ha detto ai giornalisti Guterres.

Il Segretario Generale si è recato in Cambogia dall’Egitto, dove è in corso la conferenza COP27 dell’ONU sui cambiamenti climatici.

Patto di solidarietà per il clima

Il Sig. Guterres chiede un patto di solidarietà climatica affinché le economie sviluppate ed emergenti mettano in comune le risorse e la capacità di sconfiggere il cambiamento climatico.

Sta inoltre spingendo i leader a concordare un meccanismo finanziario per sostenere i paesi che subiscono perdite e danni a causa di disastri legati al clima.

Il capo delle Nazioni Unite si recherà poi a Bali, in Indonesia, per il vertice del G20 delle principali economie mondiali, che inizierà martedì.

Proposta di pacchetto di stimolo

“La mia priorità a Bali è parlare per i paesi del Sud del mondo che sono stati devastati dalla pandemia di COVID-19 e dall’emergenza climatica e che ora stanno affrontando crisi alimentari, energetiche e finanziarie, esacerbate dalla guerra in Ucraina e schiaccianti. debito”, ha detto.

Mr. Guterres vuole che i leader del G20 adottino un pacchetto di incentivi per fornire ai paesi in via di sviluppo gli investimenti e la liquidità necessari.

Le Nazioni Unite stanno anche lavorando per alleviare la crisi alimentare globale estendendo un’importante iniziativa per restituire i cereali ucraini ai mercati e rimuovendo gli ostacoli all’esportazione di cibo e fertilizzanti da parte della Russia.

Rispondere alle domande

Il Segretario generale è stato interrogato sul suo punto di vista sui diritti umani nella regione dell’ASEAN e nel paese ospitante Cambogia.

Sebbene la situazione vari da paese a paese, insiste sul fatto che i diritti umani devono essere pienamente rispettati.

“In effetti, il mio appello, e soprattutto il mio appello a un Paese come la Cambogia, è per spazio pubblico da aprire e per difensori dei diritti umani e attivisti per il clima da proteggeree per estendere la cooperazione con la società civile,” Egli ha detto.

Anche il Segretario generale per il Myanmar ha espresso preoccupazione, affermando che vi sono state violazioni sistematiche dei diritti umani. “totalmente inaccettabile” e provocando grandi sofferenze per la popolazione.

Speranza presidenziale indonesiana

Alla domanda sulla cooperazione delle Nazioni Unite e dell’ASEAN per risolvere la crisi in Myanmar, ha affermato che è importante che il consenso in cinque punti vada avanti.

L’Indonesia guiderà l’ASEAN l’anno prossimo e il Sig. Guterres ha espresso la speranza che la sua presidenza vedrà lo sviluppo di iniziative verso questo obiettivo.

“Dobbiamo tornare a una democrazia, a una transizione verso la democrazia. Dobbiamo rilasciare i prigionieri politici. Dobbiamo stabilire un processo inclusivo e sono fiducioso che la presidenza indonesiana lavorerà sodo il prossimo anno su questo”.

Pace in Ucraina

Il Sig. Guterres ha anche sottolineato la chiara posizione dell’ONU sull’Ucraina, rispondendo ancora una volta alla domanda di un giornalista.

L’invasione russa è stata una violazione della Carta delle Nazioni Uniteha detto, e una violazione dell’integrità territoriale del paese.

Allo stesso tempo, ha sottolineato che è molto importante creare le condizioni per un progressivo ristabilimento del dialogo che porti a un futuro in cui prevarrà la pace, aggiungendo che “non una pace qualsiasi, una pace basata sui valori della Carta delle Nazioni Unite. , e la pace basata sul diritto internazionale”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *