Guerra in Ucraina, tensioni con la Cina portano al Big Bali Summit

Di ADAM SCHRECK e ELAINE KURTENBACH, Associated Press

NUSA DUA, Indonesia (AP) — Non è in corso una resa dei conti tra il presidente Joe Biden e Vladimir Putin, ma l’impatto dell’invasione russa dell’Ucraina e l’escalation delle tensioni tra Cina e Occidente verranno alla ribalta quando i leader delle maggiori economie mondiali il mondo si riunirà nella Bali tropicale questa settimana.

Il gruppo di 20 membri ha iniziato i colloqui sull’isola turistica indonesiana martedì sotto il tema speranzoso di “rimbalzare insieme, rimbalzare più forte”. Mentre Putin è via, Biden incontrerà il presidente cinese Xi Jinping e il nuovo primo ministro britannico Rishi Sunak e l’italiana Giorgia Meloni.

È probabile che le priorità ufficiali del vertice su salute, energia sostenibile e trasformazione digitale siano oscurate dai timori per un’economia globale in forte espansione e dalle tensioni geopolitiche incentrate sulla guerra in Ucraina.

Il conflitto di quasi nove mesi ha interrotto il commercio di petrolio, gas naturale e cereali e ha spostato gran parte dell’attenzione del vertice sulla sicurezza alimentare ed energetica.

Cartoni animati politici sui leader mondiali

Cartoni animati politici

Gli Stati Uniti e gli alleati in Europa e in Asia, nel frattempo, stanno combattendo sempre più contro una Cina più assertiva, lasciando le economie emergenti del G-20 come l’India, il Brasile e l’Indonesia ospitante a camminare sul filo del rasoio tra potenze più grandi.

Il presidente indonesiano Joko Widodo ha cercato di colmare le spaccature all’interno del G-20 sulla guerra in Ucraina. Widodo, noto anche come Jokowi, è diventato il primo leader asiatico dopo l’invasione a visitare la Russia e l’Ucraina la scorsa estate.

Ha invitato il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyy, non membro del G-20, a partecipare al vertice. Zelenskyy dovrebbe partecipare, probabilmente online.

“Una delle priorità per Jokowi è l’allentamento delle tensioni belliche e dei rischi geopolitici”, ha affermato Bhima Yudhistira, direttrice del Center of Economic and Law Studies della capitale indonesiana, Jakarta.

Il vertice del G-20 dello scorso anno a Roma è stato il primo incontro di persona dei membri dalla pandemia, anche se i leader di Russia e Cina non hanno partecipato.

L’evento di quest’anno è racchiuso tra la conferenza sul clima delle Nazioni Unite in Egitto e il vertice dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico in Cambogia, a cui hanno partecipato Biden e molti altri leader del G-20, e l’incontro di cooperazione economica Asia-Pacifico in Thailandia subito dopo.

Sabato il presidente americano si è impegnato a lavorare con i paesi del sud-est asiatico, dicendo che “abbiamo tutti un futuro migliore che vogliamo vedere” in una regione in cui la Cina sta lavorando per aumentare la sua influenza.

Una domanda concreta che incombe sul vertice di Bali è se la Russia accetterà di estendere l’iniziativa delle Nazioni Unite sui cereali per il Mar Nero, che dovrebbe essere rinnovata il 19 novembre. 19.

L’accordo di luglio ha consentito al principale produttore mondiale di grano ucraino di riprendere le esportazioni dai porti in gran parte bloccati per mesi dalla guerra. La Russia si è ritirata brevemente dal patto alla fine del mese scorso dopo che la sua flotta del Mar Nero è stata attaccata, solo per ricongiungersi giorni dopo.

Sabato il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha chiesto maggiori pressioni sulla Russia per estendere l’accordo, dicendo che Mosca dovrebbe “smetterla di giocare ai giochi della fame con il mondo”.

Mentre i leader sono alle prese con conflitti e tensioni geopolitiche, corrono il rischio che gli sforzi per domare l’inflazione uccidano le riprese post-pandemia o inneschino una crisi finanziaria debilitante.

Gli effetti della guerra si fanno sentire dai villaggi più remoti dell’Asia e dell’Africa fino alle industrie più moderne. Esacerba le interruzioni delle forniture energetiche, delle spedizioni e della sicurezza alimentare, che hanno spinto i prezzi più in alto e complicato gli sforzi per stabilizzare l’economia mondiale dopo gli sconvolgimenti della pandemia.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres esorta il G-20 a fornire assistenza finanziaria al mondo in via di sviluppo.

“La mia priorità a Bali è parlare per i paesi del Sud del mondo che sono stati colpiti dalla pandemia di COVID-19 e dall’emergenza climatica, e che ora stanno affrontando crisi alimentari, energetiche e finanziarie, aggravate dalla guerra in Ucraina e schiacciando il .debito ”, ha detto Guterres.

Il Fondo monetario internazionale prevede una crescita globale del 2,7% nel 2023, mentre le stime degli economisti del settore privato sono dell’1,5%, in calo rispetto al 3% circa di quest’anno, la crescita più lenta dalla crisi del petrolio all’inizio degli anni ’80.

La Cina è rimasta relativamente isolata dall’aumento dell’inflazione, principalmente perché sta lottando per invertire una recessione economica che ha pesato sulla crescita globale.

L’economia cinese, la seconda al mondo, è cresciuta a un ritmo del 3,9% nell’ultimo trimestre. Ma gli economisti affermano che l’attività è rallentata sotto la pressione dei controlli pandemici, della repressione delle società tecnologiche e del crollo del settore immobiliare, un importante motore della domanda e fonte di milioni di posti di lavoro.

I meteorologi hanno ridotto le stime della crescita economica annuale della Cina a un minimo del 3%. Questo era meno della metà dell’8,1% dello scorso anno e il secondo più basso da decenni.

Il presidente cinese Xi arriverà al vertice incoraggiato dalla sua nomina per un insolito terzo mandato come presidente del partito, rendendolo il leader più potente della Cina da decenni. Questo è solo il suo secondo viaggio all’estero dall’inizio del 2020, dopo una visita in Asia centrale dove ha incontrato Putin a settembre.

Biden e Xi terranno il loro primo incontro di persona da quando Biden è diventato presidente nel gennaio 2021 a margine dell’evento di lunedì.

Gli Stati Uniti sono in contrasto con la Cina su una serie di questioni, tra cui i diritti umani, la tecnologia e il futuro dell’isola autogovernata di Taiwan. Gli Stati Uniti vedono la Cina come il suo più grande concorrente globale ed è probabile che la rivalità cresca mentre Pechino cerca di espandere la sua influenza nei prossimi anni.

L’Unione Europea sta rivalutando le sue relazioni con la Cina mentre cerca di ridurre la sua dipendenza commerciale dal Paese.

Biden ha detto che intende parlare con Xi di argomenti come Taiwan, le politiche commerciali e le relazioni di Pechino con la Russia.

“Quello che voglio fare… è definire quali sono le nostre linee rosse”, ha detto Biden la scorsa settimana.

Molte economie in via di sviluppo sono intrappolate tra la lotta all’inflazione e il tentativo di favorire la ripresa dalla pandemia. L’economia dell’Indonesia ospitante è cresciuta a un ritmo del 5,7% nell’ultimo trimestre, uno dei più veloci tra i paesi del G-20.

Ma si prevede che la crescita degli esportatori di risorse come l’Indonesia si raffredderà poiché i prezzi più bassi di petrolio, carbone e altre materie prime compenseranno i guadagni inaspettati dell’aumento dei prezzi dell’anno scorso.

In un momento in cui molti paesi stanno lottando per far fronte alle importazioni di petrolio, gas e cibo e allo stesso tempo per far fronte al rimborso del debito, la pressione si sta accumulando su coloro che sono più vulnerabili ai cambiamenti climatici per raddoppiare la transizione verso forniture energetiche più sostenibili.

A Bali, i colloqui dovrebbero anche concentrarsi sulla ricerca di modi per accelerare la transizione dal carbone e da altri combustibili fossili.

Il G-20 è stato istituito originariamente nel 1999 come forum per affrontare le sfide economiche. Questi includono Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, India, Indonesia, Italia, Giappone, Corea del Sud, Messico, Russia, Arabia Saudita, Sud Africa, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti e Unione Europea . La Spagna ha un posto per gli ospiti permanente.

Alcuni osservatori del blocco, come Josh Lipsky, direttore senior del GeoEconomics Center dell’Atlantic Council, si chiedono se il G-20 possa funzionare anche quando la frattura geopolitica cresce.

“Sono scettico sul fatto che possa sopravvivere a lungo nel suo formato attuale”, ha detto in un briefing la scorsa settimana.

Ciò rende l’Indonesia ospitante particolarmente difficile.

“Questo non è il G-20 che hanno firmato”, ha detto Lipsky. “L’ultima cosa che vogliono è trovarsi nel mezzo di questa lotta geopolitica, di questa guerra in Europa e persino del crocevia di essa. Ma eccoli lì”.

Lo scrittore dell’Associated Press Joe McDonald a Pechino ha contribuito a questo rapporto.

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *