I ministri per la finanza di adattamento di qualità sotto i riflettori alla COP27 – Mondo

Al COP27 Resilience Hub il 12 novembre 2022, il Champions Group on Adaptation Finance and Climate-vulnerable Countries ha ospitato un evento ministeriale. All’evento, i membri hanno spinto collettivamente per una maggiore ambizione politica e un impegno per i finanziamenti per l’adattamento, con particolare attenzione a sottolineare l’importanza di finanziamenti per l’adattamento di buona qualità.

Da quando il Champions Group on Adaptation Finance è stato istituito nel settembre 2021, i membri, tra cui Australia, Belgio, Canada, Danimarca, Finlandia, Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Svezia e Regno Unito, nonché la Banca africana di sviluppo – ha sostenuto l’aumento del livello proporzionale del finanziamento dell’adattamento, per raggiungere un maggiore equilibrio nel finanziamento dell’attenuazione, e ha lavorato per migliorare la qualità e l’accessibilità del finanziamento dell’adattamento per garantire che raggiunga i più bisognosi.

Annunci

All’evento COP27, Champions Group ha fatto o ribadito annunci specifici, tra cui:

  • I Paesi Bassi hanno ribadito l’annuncio che aumenteranno i propri finanziamenti annuali per il clima a 1,8 miliardi di euro entro il 2025 e, nell’ambito di questo sforzo, raddoppieranno le finanze pubbliche per l’adattamento e continueranno a destinare più della metà dei nostri finanziamenti pubblici per il clima, interamente basati su sovvenzioni, a adattamento con un focus sui paesi più vulnerabili. Rispondendo all’invito dei leader africani a investire di più nella resilienza climatica, i Paesi Bassi hanno annunciato un contributo di 100 milioni di euro al programma di accelerazione dell’adattamento in Africa attraverso la finestra di azione per il clima del Fondo di sviluppo africano.

  • Il Canada ha ribadito la sua intenzione di finanziare una nuova iniziativa dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) da 10 milioni di dollari volta a promuovere pratiche di agricoltura e biodiversità agricola rispettose del clima per aiutare le comunità rurali ad Assuan, Beheira e Kafr El Sheikh, l’Egitto espande il suo capacità di adattamento ai cambiamenti climatici. Il Canada spera di lavorare con il Ministero egiziano dell’agricoltura e della bonifica dei terreni, il Ministero delle risorse idriche e dell’irrigazione, il Ministero dell’ambiente e il Consiglio nazionale per le donne, nonché le cooperative agricole, le associazioni di agricoltori e utenti dell’acqua e i gruppi di donne rurali per realizzare questo progetto.

Il Canada ha inoltre annunciato che si unirà a Stati Uniti, Norvegia, Italia, Regno Unito, Svezia, Irlanda, Germania, Finlandia, Danimarca e Austria nella Visione 2050 del patto di partenariato per i paesi meno sviluppati (LDC), a sostegno dell’iniziativa LDC per Adattamento efficace e resilienza (LIFE-AR). LIFE-AR mette le persone e le comunità locali al centro degli sforzi di adattamento climatico in una transizione da un approccio “normale” al finanziamento del clima. Questa iniziativa è guidata dall’uguaglianza tra i paesi donatori e beneficiari, dall’integrazione per fornire programmi in tutta la società, dalla proprietà delle soluzioni da parte delle comunità locali e dall’integrazione, che è il principale approccio del Canada ai finanziamenti per il clima.

  • La Germania si unisce a questi sforzi annunciando, previa approvazione parlamentare, 40 milioni di EUR per la nuova finestra di azione per il clima del Fondo africano di sviluppo, che contribuirà sia a colmare il divario di finanziamento del clima africano dei paesi meno sviluppati, con una forte attenzione ai finanziamenti per l’adattamento, sia a migliorare la loro capacità di accedere a finanziamenti per il clima da altre fonti.

  • Gli annunci del Regno Unito includono una triplicazione dei finanziamenti per l’adattamento da 500 milioni di sterline nel 2019 a 1,5 miliardi di sterline nel 2025 e un contributo di 200 milioni di sterline per l’adattamento alla finestra di azione per il clima della Banca per lo sviluppo dell’Africa.

  • La Finlandia ha annunciato di aver approvato i Principi per l’adattamento guidato a livello locale, unendosi a più di 80 governi e istituzioni impegnati nel finanziamento e nel processo decisionale a livello locale.

  • L’Irlanda ha annunciato un finanziamento di 5 milioni di euro esclusivamente per azioni di adattamento nei paesi meno sviluppati e nei SIDS. Ciò include il finanziamento del Fondo per i paesi meno sviluppati; la nuova finestra sul Fondo speciale per i cambiamenti climatici, mirata al sostegno all’adattamento ai SIDS; e la Banca africana di sviluppo.

  • Il Belgio ha annunciato che aumenterà il suo finanziamento annuale per il clima da 125 milioni di EUR nel 2021 a 138 milioni di EUR nel 2024, mantenendo il suo percorso di crescita, con particolare attenzione ai finanziamenti basati su sovvenzioni per l’adattamento a sostegno dei paesi partner in Africa e dei paesi meno sviluppati.

  • L’Islanda ha annunciato che si unirà al Champions Group in Adaptation Finance, diventando così il 15° membro ad aderire e segnalando il crescente slancio dietro il Gruppo e le sue ambizioni.

  • L’Australia ha annunciato alla COP27 AU $ 10 milioni per un programma di adattamento basato sulla comunità nel sud-est asiatico e nel Pacifico, un altro esempio della sua forte attenzione all’adattamento: circa il 70 percento dei finanziamenti bilaterali e regionali per il clima dell’Australia sostiene l’adattamento, riflettendo le esigenze del suo sviluppo partner.

  • L’Italia mira a mantenere un equilibrio tra mitigazione e sostegno all’adattamento, continuando a destinare circa il 50% dei suoi finanziamenti per il clima all’adattamento, come nel 2016. Nel 2020, l’Italia stanzia il 56% del finanziamento totale per il clima per l’adattamento. Inoltre, nel 2021 l’Italia ha dato 150 milioni. L’Italia quasi triplicherà il suo impegno totale per i finanziamenti per il clima a 1,4 miliardi di dollari all’anno per i prossimi 5 anni.

L’Italia ha recentemente istituito l’Italian Climate Fund, con una dotazione di 840 milioni di euro all’anno dal 2022 al 2026 per l’azione per il clima nei paesi in via di sviluppo. Nel 2021, l’Italia è diventata il maggior contributore al Climate Investment Fund con 150 milioni di euro per finanziare il “Programma di investimenti per la natura, le persone e il clima” che mira ad affrontare i molteplici fattori e impatti dei cambiamenti climatici, derivanti dalle attività umane sulle risorse del territorio e sull’ecosistema servizi, in maniera integrata.

Il Champions Group ha ribadito il suo impegno a lavorare con i paesi vulnerabili al clima per rispondere alle crescenti esigenze di adattamento ai cambiamenti climatici e ha lanciato un appello ad altri paesi che forniscono finanziamenti per il clima per condividere gli obiettivi del gruppo.
Citazioni

Citazioni

Paesi Bassi

“La necessità urgente di rafforzare i finanziamenti per l’adattamento non può essere sopravvalutata. Dobbiamo mobilitare più fondi per l’adattamento e la resilienza, ma altrettanto importante è garantire che ne raggiungano di più le persone e le comunità sul campo, specialmente tra i gruppi più emarginati come le donne, giovani e popolazioni indigene. Flussi finanziari flessibili e prevedibili sono fondamentali per costruire la resilienza di coloro che ne hanno più bisogno. Il lavoro del Champions Group è importante a questo riguardo sono anche i principi dell’adattamento guidato a livello locale che i Paesi Bassi hanno approvato e stanno attualmente lavorando implementare.”

Kitty van der Heijden, viceministro per la cooperazione internazionale.

Germania

“Come mostra il rapporto sui progressi del piano di erogazione dei finanziamenti per il clima, dobbiamo lavorare non solo per aumentare il livello dei finanziamenti per l’adattamento, ma anche per migliorarne l’accesso. Un’iniziativa importante in questo senso è la Finestra d’azione per il clima presentata martedì dal presidente dell’AfDB Adesina a Sharm-El-Sheikh: la nuova finestra aiuterà i paesi meno sviluppati africani ad accedere ai finanziamenti internazionali per l’adattamento attraverso lo sviluppo delle capacità e la preparazione di progetti bancabili. Il 60 percento del budget della finestra è destinato a investimenti strategici nell’adattamento. Sono quindi felice che GER possa contribuire, previa approvazione parlamentare finale, con 40 milioni. Euro in questa nuova finestra dell’African Development Fund.

Jochen Flasbarth, Segretario di Stato, Ministero Federale per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico.

Canada

“Il cambiamento climatico è la più grande minaccia a lungo termine della nostra generazione e influenza la frequenza, la durata e l’intensità degli eventi meteorologici estremi in tutto il mondo. I nostri investimenti in queste importanti iniziative di adattamento aiuteranno alcune delle popolazioni più vulnerabili e minacciate del mondo. Come gli effetti dei cambiamenti climatici e delle condizioni meteorologiche estreme diventano una parte sempre più importante della nostra vita, è fondamentale agire immediatamente, ecco perché l’adattamento e la resilienza climatica sono una priorità del governo canadese”.

L’onorevole Steven Guilbeault, ministro dell’Ambiente e dei cambiamenti climatici

“Il Canada continua ad agire per aiutare i paesi in via di sviluppo a passare a economie e società resilienti ai cambiamenti climatici. Attraverso il nostro sostegno finanziario internazionale per il clima, il Canada sta aiutando a proteggere vite e mezzi di sussistenza oltre i nostri confini. Riconosciamo che il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità non rispettano i confini e che i paesi africani, come l’Egitto, sono particolarmente a rischio dei loro effetti. “

L’onorevole Harjit S. Sajjan, ministro dello Sviluppo internazionale e ministro responsabile dell’Agenzia canadese per lo sviluppo economico del Pacifico

Islanda

“L’adattamento è una questione importante e una questione a cui l’Islanda sta prestando maggiore attenzione. Le principali priorità dell’Islanda sono questioni relative all’integrazione dell’adattamento in diversi settori o ambiti della società e della governance. Le notevoli vulnerabilità di interesse in Islanda sono quelle connesse a acidificazione degli oceani, scioglimento dei ghiacci nei ghiacciai e nel permafrost, innalzamento del livello del mare e variazioni delle precipitazioni.

Benedikt Höskuldsson, inviato speciale islandese per il clima

Irlanda

“Sono lieto di vedere come il numero di membri del Champions Group presso Adaptation Finance sia cresciuto negli ultimi 12 mesi. Ciò dimostra che il Gruppo è stato un importante motore nel rafforzare l’ambizione nel finanziamento dell’adattamento. È fondamentale continuare questo lavoro e lavorare insieme per affrontare le sfide dell’aumento dei finanziamenti per l’adattamento, dell’accesso ai finanziamenti e dell’erogazione di finanziamenti di qualità”.

Colm Brophy Ministro di Stato per gli aiuti allo sviluppo all’estero e la diaspora

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *