L’economia digitale sta diventando il nuovo motore di crescita per la Cina e gli altri membri del G20

PECHINO, novembre 14, 2022 /PRNewswire/ — A tre anni dall’inizio della pandemia di COVID, l’economia mondiale, pur affrontando crescenti incertezze e sfide, ha subito profondi cambiamenti, con l’accelerazione dell’evoluzione digitale e l’economia digitale che emerge come nuovo motore per la ripresa e la crescita economica.

L’economia digitale si riferisce a un’ampia gamma di attività economiche che includono l’uso delle informazioni e delle conoscenze digitalizzate come principale fattore di produzione, le moderne reti di informazione come un importante spazio di attività e l’uso efficace delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) come driver importante. della crescita della produttività e dell’ottimizzazione della struttura economica, secondo l’Iniziativa per lo sviluppo e la cooperazione nell’economia digitale del G20 concordata nel 2016 G20 Hangzhou vertice.

Entro il 2021, il valore aggiunto dell’economia digitale è stato raggiunto da 47 dei principali paesi del mondo 38,1 trilioni di dollariin crescita del 15,6% rispetto allo scorso anno, pari al 45% del loro PIL combinato, secondo un white paper pubblicato dalla China Academy of Information and Communications Technology (CAICT) su luglio 2022.

Tra questi, i membri del G20, che rappresentano oltre l’85% del PIL globale, il 75% del commercio internazionale e il 60% della popolazione mondiale, stanno guidando il mondo nello sviluppo dell’economia digitale.

Gli Usa, con il valore dell’economia digitale 15,3 trilioni di dollarial primo posto nel mondo. Cina è arrivato secondo nella portata della sua economia digitale 7,1 trilioni di dollari. L’Unione Europea ha preso il terzo posto con un importo di 6,3 trilioni di dollari.

In termini di quota dell’economia digitale sul PIL, Germania, Gran Bretagna e gli Stati Uniti si sono classificati tra i primi tre, superando tutti il ​​65%.

Consenso del G20 sull’economia digitale

Al vertice del G20 2016 tenutosi a Hangzhou, Cina, in qualità di presidenza di turno, ha incluso per la prima volta l’economia digitale come argomento importante al vertice. Il paese ha anche guidato la formulazione e il rilascio dell’Iniziativa per lo sviluppo e la cooperazione nell’economia digitale del G20, che è stato il primo documento politico sull’economia digitale approvato dai leader del G20.

Il documento propone sette principi guida per lo sviluppo dell’economia digitale, vale a dire innovazione, partnership, sinergia, flessibilità, inclusione, ambiente imprenditoriale aperto e favorevole, flusso di informazioni per la crescita economica, fiducia e sicurezza.

Ha inoltre individuato sei settori chiave per la cooperazione nell’economia digitale, tra cui l’espansione dell’accesso alla banda larga e il miglioramento della qualità; promuovere gli investimenti nel settore delle TIC; sostenere l’imprenditorialità e promuovere la trasformazione digitale; incoraggiare la cooperazione nel commercio elettronico; rafforzare l’inclusione digitale e promuovere lo sviluppo delle piccole e medie imprese.

della Cina economia digitale emergente

della Cina ha raggiunto l’economia digitale 7,1 trilioni di dollari nel 2021, rappresentando il 39,8% del PIL del paese, secondo un white paper pubblicato dal CAICT.

Dal 2012 al 2021, il tasso di crescita medio di della Cina l’economia digitale è del 15,9% e la quota dell’economia digitale nel suo PIL è aumentata dal 21,6% al 39,8%, ha mostrato il libro bianco.

Il ruolo dell’economia digitale come stabilizzatore e acceleratore di della Cina l’economia generale è diventata più importante, afferma il libro bianco.

Numero di giugno 2022, Cina c’erano 1,05 miliardi di utenti Internet, formando la più grande e dinamica società digitale del mondo.

Il paese ha anche costruito la più grande rete 5G del mondo, con 1,97 milioni di stazioni base 5G entro la fine di luglio.

Mentre della Cina L’economia digitale sta emergendo e sta diventando un motore di crescita sempre più importante per il suo sviluppo economico, il Paese offre anche maggiori opportunità alle aziende internazionali di crescere nel mercato cinese e testimoniare una cooperazione attiva ai membri del G20 sul campo.

A giugno, la società tedesca Siemens ha costruito il suo primo Smart Infrastructure Digitalization Enablement Center nel Cinaesplorare la collaborazione con aziende nazionali in infrastrutture intelligenti.

Il colosso tecnologico statunitense IBM, con i suoi servizi basati su cloud, sta collaborando attivamente con le aziende cinesi nella loro trasformazione digitale.

Cina sta lavorando anche con Brasile sulla protezione dell’ecosistema della foresta pluviale amazzonica utilizzando le tecnologie digitali.

https://news.cgtn.com/news/2022-11-14/Digital-economy-turns-new-growth-engine-for-China-other-G20-members–1eWXYmrvcXe/index.html

FONTE CGT

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *