Statistiche del mercato del lavoro | Dipartimento per l’Economia

Data di pubblicazione:

15 novembre 2022

Le statistiche sul mercato del lavoro sono pubblicate oggi dalla Northern Ireland Statistics & Research Agency.


Statistiche del mercato del lavoro

I dipendenti retribuiti e i guadagni mensili hanno registrato un aumento durante tutto il mese

  • Il numero di dipendenti che hanno ricevuto la retribuzione tramite HMRC PAYE in NI nell’ottobre 2022 è stato di 781.300, un aumento dello 0,2% nel mese e del 2,5% nell’anno. Considerando la variazione annua degli occupati per settore merceologico, l’incremento percentuale maggiore nell’anno si è registrato nel settore ‘Informazione e comunicazione’ (9,2%).
  • I ricavi di HMRC PAYE hanno indicato che i dipendenti NI avevano uno stipendio mensile medio di £ 1.967 nell’ottobre 2022, un aumento di £ 10 (0,5%) durante il mese e un aumento di £ 117 (6,3%) durante l’anno.

Secondo aumento mensile consecutivo del numero di richiedenti

  • Nell’ottobre 2022, il numero destagionalizzato di persone nel conteggio dei richiedenti era di 36.100 (3,8% della forza lavoro), in aumento dell’1,4% rispetto alla cifra rivista del mese scorso. Il numero di richiedenti a ottobre rimane superiore al numero pre-pandemia di marzo 2020 (del 21,1%).

Totale minimo di dodici mesi di licenziamenti confermati nelle serie storiche

  • NISRA, agendo per conto del Dipartimento per l’Economia, ha ricevuto conferma che nell’ottobre 2022 si sono verificati 60 esuberi, portando il totale annuo a 940, il totale annuo più basso della serie storica (dal 2000).
  • Durante l’anno da novembre 2021 a ottobre 2022, vengono proposti 1.290 licenziamenti.

Misure principali dell’indagine sulle forze di lavoro (LFS).

  • L’ultimo tasso di disoccupazione destagionalizzato NI (la percentuale di persone economicamente attive di età pari o superiore a 16 anni che sono disoccupate) per il periodo luglio-settembre 2022 è stimato dall’indagine sulla forza lavoro al 3,0%. Si tratta di un aumento di 0,3 punti percentuali (pp) nel trimestre e di un calo di 1,3 punti percentuali nel corso dell’anno. La variazione annuale è statisticamente significativa.
  • La percentuale di persone di età compresa tra 16 e 64 anni occupate (il tasso di occupazione) è aumentata di 0,4 punti percentuali nel trimestre ed è aumentata di 2,0 punti percentuali nel corso dell’anno, raggiungendo il 70,1%. Né le variazioni trimestrali né quelle annuali sono risultate statisticamente significative. Il numero totale di ore settimanali lavorate in NI (26,5 milioni) è diminuito del 4,7% nel trimestre ed è aumentato dell’1,7% nell’anno.
  • Il tasso di inattività economica (la percentuale di persone di età compresa tra 16 e 64 anni che non lavorano e non cercano o non sono disponibili a lavorare) è diminuito di 0,6 punti percentuali nel trimestre e di 1,0 punti percentuali nell’anno al 27,7%. Né le variazioni trimestrali né quelle annuali sono risultate statisticamente significative.

Commento

  • L’ultima versione del mercato del lavoro mostra che il numero dei dipendenti e i guadagni del libro paga sono entrambi aumentati nel corso dell’anno. Le misure dell’occupazione totale (ad es. tasso di occupazione e orario di lavoro), disoccupazione e inattività economica hanno continuato a mostrare miglioramenti nel corso dell’anno, ma non sono ancora tornate alla loro posizione precedente alla pandemia.
  • Gli ultimi dati sulle buste paga di HMRC hanno mostrato che il numero di dipendenti a libro paga è aumentato dello 0,2% nel corso del mese ed è stato del 2,5% superiore alla cifra registrata nell’ottobre 2021. nell’ottobre 2021.
  • Gli esuberi confermati in Dipartimento a ottobre 2022 sono stati 60. Nell’ultimo anno sono stati proposti 1.290 esuberi e confermati 940, proseguendo il trend di riduzione degli esuberi annui confermati registrato per tutto il 2022.
  • La stima del numero di richiedenti per il mese fino a ottobre 2022 è aumentata rispetto alla stima rivista per settembre 2022. Si tratta del secondo aumento mensile consecutivo dopo una tendenza al ribasso tra marzo 2021 e agosto 2022. Tuttavia, il tasso del numero di richiedenti è rimasto a 3,8 % per il sesto mese consecutivo.
  • L’indagine sulla forza lavoro (LFS) mostra un calo statisticamente significativo del tasso di disoccupazione nel corso dell’anno fino a luglio-settembre 2022 al 3,0%. Rispetto ai livelli pre-pandemia di ottobre-dicembre 2019, il numero totale di ore lavorate nel periodo luglio-settembre 2022 è diminuito del 9,0%, mentre il tasso di occupazione è diminuito di 2,3 punti percentuali. Il tasso di inattività economica rimane di 1,9 punti percentuali al di sopra della posizione pre-pandemica e il tasso di disoccupazione è di 0,6 punti percentuali al di sopra del periodo pre-pandemia.

Note per i redattori:

  1. Il rapporto statistico e le tabelle associate sono disponibili su: https://www.nisra.gov.uk/publications/labour-market-report-november-2022
  2. L’Agenzia per le statistiche e la ricerca dell’Irlanda del Nord desidera ringraziare le famiglie partecipanti per aver preso parte all’indagine sulla forza lavoro.
  3. “Nel trimestre” si riferisce ai confronti tra le ultime stime trimestrali per il periodo luglio-settembre 2022 e il trimestre precedente (vale a dire aprile-giugno 2022). “Nel corso dell’anno” si riferisce ai confronti tra le ultime stime trimestrali per il periodo luglio-settembre 2022 e i corrispondenti trimestri di un anno fa (ovvero luglio-settembre 2021). I cambiamenti che si dimostrano statisticamente significativi (ovvero, dove il cambiamento stimato supera la variazione prevista da un’indagine campionaria di queste dimensioni e probabilmente riflette il vero cambiamento) saranno evidenziati in modo specifico.
  4. Le stime relative a luglio-settembre 2022 vanno confrontate con le stime relative ad aprile-giugno. Ciò fornisce una stima più robusta rispetto al confronto delle stime per giugno-agosto, poiché entrambi i dati di luglio e agosto sono inclusi in entrambe le stime.
  5. La misura ufficiale della disoccupazione proviene dal Labour Force Survey. Questa misura della disoccupazione si riferisce ai disoccupati che sono disponibili al lavoro e hanno cercato lavoro nelle ultime quattro settimane o sono in attesa di iniziare a lavorare. Questa è la definizione dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro. Le stime dell’indagine sulle forze di lavoro sono soggette a errori di campionamento. Ciò significa che è probabile che il numero esatto si trovi in ​​un intervallo che circonda la stima citata. Ad esempio, è probabile che il tasso di disoccupazione scenda entro 0,7 punti percentuali dalla stima citata (ovvero, tra il 2,3% e il 3,7%).
  6. Il conteggio dei richiedenti è un’origine dati amministrativa derivata dai sistemi degli uffici per il lavoro e le indennità, che registra il numero di persone che hanno richiesto l’indennità di disoccupazione. Nel marzo 2018, la misura del numero di richiedenti NI è passata da una basata esclusivamente su Jobseekers Allowance (JSA) a una misura sperimentale basata su richiedenti JSA e richiedenti Universal Credit (UC) senza lavoro che hanno presentato domanda principalmente per il motivo di essere disoccupati. I richiedenti di indennità di disoccupazione (UC o JSA) possono essere completamente disoccupati e in cerca di lavoro, oppure possono essere occupati ma con un reddito basso e/o orari ridotti, il che li rende ammissibili al sussidio di disoccupazione. Con l’UC, una gamma più ampia di richiedenti ha potuto beneficiare delle indennità di disoccupazione rispetto al precedente regime di indennità.
  7. I licenziamenti sono forniti dalle società ai sensi dell’Employment Rights (Northern Ireland) Order 1996 (emendato l’8 ottobre 2006) dove sono legalmente tenute a notificare al Dipartimento gli imminenti licenziamenti di 20 o più dipendenti. Le aziende che propongono meno di 20 licenziamenti non sono tenute a notificare al Dipartimento, quindi le cifre fornite sono probabilmente una piccola quantità di posti di lavoro persi totali, tuttavia, non è possibile quantificare l’entità della carenza. A parità di altre condizioni, ci aspettiamo più licenziamenti nei settori dominati dalle grandi imprese perché sono le imprese che soddisfano i criteri di 20 o più licenziamenti collettivi.
  8. Per evitare l’eventuale identificazione di singole imprese, non vengono resi noti i totali dei licenziamenti relativi a meno di 3 imprese. La politica di controllo della divulgazione statistica è disponibile qui: https://www.nisra.gov.uk/publications/redundancies-background-information. Laddove il numero di aziende non raggiunge la soglia per il rilascio (come dettagliato nella politica di controllo della divulgazione statistica), i totali mensili individuali non vengono pubblicati.
  9. Il sistema di informazioni in tempo reale (RTI) Pay As You Earn (PAYE) di HMRC è una fonte di dati amministrativi. Il sistema PAYE RTI è il sistema utilizzato dai datori di lavoro per riscuotere le imposte sul reddito e i contributi previdenziali prima di pagare gli stipendi ai dipendenti. Questi dati si riferiscono ai soli dipendenti retribuiti dai datori di lavoro e non includono i redditi da lavoro autonomo.
  10. Le stime del numero di dipendenti retribuiti e dei guadagni dei dipendenti da PAYE sono classificate come statistiche sperimentali perché sono nella loro fase di sviluppo. Di conseguenza i dati sono soggetti a modifiche. Le prime stime (stime flash) per ottobre 2022 si basano su circa l’85% delle informazioni e sono soggette a modifiche al rilascio il mese prossimo, quando sarà disponibile tra il 98% e il 99% dei dati (stime di base). L’entità delle variazioni della stima principale e della stima flash è simile per i dipendenti, mentre le variazioni degli utili nella stima flash sono generalmente maggiori delle modifiche della stima principale. HMRC PAYE copre l’intera popolazione piuttosto che un campione di dipendenti o aziende. I dati si basano su dove vivono i dipendenti e non sull’ubicazione del loro posto di lavoro nel Regno Unito. I dati sono destagionalizzati ma non corretti per l’inflazione.
  11. La pubblicazione odierna del Rapporto sul mercato del lavoro (LMR) segna la terza versione in formato HTML. Il contenuto e il formato del report e delle tabelle mensili sono cambiati per renderli più user friendly e interattivi, migliorando l’accessibilità e aumentando l’automazione nella loro produzione. Man mano che le tabelle cambiano, viene creato un documento di mappatura che mostra la relazione tra le vecchie e le nuove tabelle. Inoltre, l’LMR, i documenti supplementari e le tabelle di dati saranno tutti disponibili su un’unica pagina Web con collegamenti aggiunti alle singole pagine di origine dati che indirizzano gli utenti ai dati più recenti.
  12. Il rapporto sul mercato del lavoro interesserà i responsabili politici, gli enti pubblici, la comunità imprenditoriale, le banche, i commentatori economici, gli accademici e il pubblico in generale interessato all’economia locale.
  13. Il prossimo rapporto sul mercato del lavoro sarà pubblicato sul sito web di NISRA martedì 13 dicembre 2022.
  14. Per richieste dei media, contattare l’ufficio stampa del Dipartimento per l’economia all’indirizzo: pressoffice@economy-ni.gov.uk.
  15. L’Executive Information Service gestisce un servizio fuori orario per le richieste dei media tra le 18:00 e le 08:00 dal lunedì al venerdì e nei fine settimana e nei giorni festivi. L’addetto stampa di turno può essere contattato allo 028 9037 8110.
  16. Seguici su Twitter.
  17. Il feedback è benvenuto e deve essere indirizzato a: Statistico responsabile: Mark McFetridge, Economic & Labour Market Statistics (ELMS), Mark.McFetridge@nisra.gov.uk o Tel: 028 902 55172.

Condividi questa pagina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *