Nuovo consorzio per sostenere soluzioni assicurative e finanziarie contro i rischi di calamità per i piccoli agricoltori dell’America Centrale – Guatemala

SHARM EL-SHEIKH — Il Partenariato per l’America Centrale (PCA), la Banca Mondiale (BM) e il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) hanno lanciato oggi il “Disaster Risk Insurance and Finance In Central America Consortium” (DRIFCA) per identificare e sostenere soluzioni di assicurazione agricola legate al clima per un massimo di 2 milioni di piccoli agricoltori in Guatemala, El Salvador e Honduras per aumentare la loro sicurezza alimentare e stabilità finanziaria. L’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale ha fornito sostegno agli studi di fattibilità regionali che saranno condotti dalla Banca mondiale.

DRIFCA lavorerà con i governi dei tre paesi e il settore privato per identificare e supportare modelli di finanziamento del rischio basati sul mercato che siano accessibili ai più vulnerabili e integrati in più ampi sforzi di inclusione nella finanza per promuovere la stabilità finanziaria.

2 milioni di agricoltori e altri lungo le catene del valore agricolo in Guatemala, Honduras ed El Salvador, sono in gran parte senza assicurazione e altamente vulnerabili agli effetti della crisi climatica, tra cui condizioni meteorologiche imprevedibili, piogge ritardate, siccità più lunghe e più gravi, gravi inondazioni e smottamenti .

I piccoli agricoltori fanno affidamento su un buon raccolto per immagazzinare le loro riserve alimentari e per vendere il cibo in eccesso nei mercati locali in modo da poter guadagnare un reddito e soddisfare i loro bisogni primari. Quando perdono i raccolti, i piccoli agricoltori usano strategie di coping negative, come saltare i pasti, vendere le loro attrezzature agricole e gli animali da fattoria in modo da poter acquistare cibo e aspettare fino alla prossima stagione della semina, di solito sei o più mesi prima. Per disperazione, molti alla fine scelgono di trasferirsi.

Anche Guatemala, Honduras ed El Salvador sono vulnerabili all’impatto di forti tempeste. Nel 2020, i tifoni Eta e Iota hanno lasciato una scia di distruzione in tutti e tre i Paesi. Lo scorso ottobre, l’uragano Julia ha causato la perdita dei raccolti che costituiscono l’alimento base delle popolazioni centroamericane, dove, secondo il WFP, circa un milione di persone soffre di grave insicurezza alimentare.

È stato dimostrato che i meccanismi assicurativi che pagano direttamente agli agricoltori e ad altre popolazioni vulnerabili forniscono un’importante sicurezza economica in tutto il mondo. Siamo orgogliosi di far parte di questo sforzo per portare tali soluzioni su scala in questa regione”. ha affermato Mark Lopes, Chief Operating Officer, Partnership for Central America.

“Alla Banca mondiale, riconosciamo la necessità di migliorare la resilienza finanziaria dei piccoli agricoltori e delle famiglie vulnerabili colpite da disastri climatici sempre più gravi e frequenti nell’America centrale settentrionale. La nostra esperienza globale e regionale ha dimostrato il valore di solide collaborazioni tra il pubblico e i settori privati ​​per progettare e implementare efficaci soluzioni di finanziamento del rischio di catastrofi”, ha affermato Michel Kerf, direttore della Banca mondiale per l’America centrale e la Repubblica dominicana.

“Insieme possiamo aiutare i piccoli agricoltori dell’America centrale a mitigare i rischi associati agli shock climatici attraverso un cambiamento scalabile e sostenibile”, ha affermato Lola Castro, Direttore del WFP per l’America Latina e i Caraibi. “Disaster Risk Finance è un modo innovativo per aiutare i piccoli proprietari a gestire efficacemente i rischi e ridurre le vulnerabilità in modo che possano passare a una sicurezza alimentare e nutrizionale sostenibile”.

#

Informazioni sul partenariato per l’America centrale

La Partnership for Central America è un’organizzazione senza scopo di lucro, apartitica e non governativa che lavora con una coalizione multinazionale di organizzazioni private per promuovere opportunità economiche per le popolazioni svantaggiate in El Salvador, Guatemala e Honduras. Il partenariato funge da organo di coordinamento dell’invito all’azione del vicepresidente Harris e mira a facilitare e sostenere soluzioni pratiche per far avanzare le opportunità economiche, affrontare le sfide immediate del clima, dell’istruzione e della salute e promuovere investimenti e competenze a lungo termine dei lavoratori a sostegno di una visione. di speranza per il Centroamerica.

Informazioni sul gruppo della Banca mondiale

Con 189 paesi membri, personale proveniente da più di 170 paesi e uffici in più di 130 sedi, il Gruppo della Banca mondiale è una partnership globale unica: cinque istituzioni che lavorano per soluzioni sostenibili che riducono la povertà e costruiscono una prosperità condivisa nei paesi in via di sviluppo.

A proposito del Programma Alimentare Mondiale

Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite è la più grande organizzazione umanitaria al mondo che salva vite nelle emergenze e utilizza gli aiuti alimentari per costruire un percorso verso la pace, la stabilità e la prosperità per le persone che si stanno riprendendo da conflitti, disastri e dagli effetti del cambiamento climatico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *