PlayStation VR 2: Perché così timida, Sony?


Foto: Sony

Si è verificata un’attività By Article by JavaScript. Bitte aktiviere JavaScript in deinem Browser and lade die die seite neu.

Playstation VR ha avuto un inizio difficile e potrebbe essere il suo sostituto. Ecco la mia teoria sul motivo per cui Sony non è più coinvolta.

Playstation VR 2 uscirà tra pochi mesi. I presupposti per un lancio di successo non ci sono tutti.

Per prima cosa, c’è una scarsa formazione di gioco. Horizon Call of the Mountain è l’unico titolo first party di Sony. È anche l’unico con abbastanza fascino da suscitare l’interesse dei giocatori che sono solo leggermente interessati alla realtà virtuale, o per niente. Tranne forse Resident Evil Village VRil cui 2D originale è uscito un anno e mezzo fa e dove ha giocato la maggior parte dei fan.

Ci sono anche alcuni titoli esclusivi come The Dark Pictures: Switchback e Crossfire: Sierra Squad. I vecchi giochi VR disponibili per altre piattaforme includono porte leggermente migliorate dei titoli Meta Quest. Quindi, niente può far uscire gli scettici della realtà virtuale dalle loro caverne.

Esaminando la strategia PlayStation VR di Sony

Il marketing di Sony sembra anche debole. La Playstation VR 2 è stata annunciata a palate e senza molto clamore in incredibili post sul blog da febbraio 2021. Dà l’impressione che a Sony non importi del dispositivo.

Anche la tempistica del lancio sul mercato è tutt’altro che ideale. Perché Playstation VR 2 viene rilasciato dopo la stagione dello shopping natalizio e non prima? Non sarebbe più intelligente aspettare fino al lancio natalizio del 2024 con giochi sempre più grandi?

Tuttavia, il più grande punto interrogativo è il prezzo. A $ 550, gli accessori VR sono più costosi della console stessa, il che dovrebbe comunque scoraggiare un acquisto riflesso. Non conosciamo l’esatto costo di produzione. Ma il prezzo elevato indica che Sony non è disposta a mettere in gioco un aggressivo sussidio incrociato.

La realtà virtuale 2.0 deve dimostrare se stessa o perire

La strategia di Sony solleva molte domande. Con queste domande faccio il seguente caso: l’azienda non si fa illusioni e le fa non mi sarei mai aspettato che Playstation VR 2 fosse un grande venditore – anche se ci sono molti grandi giochi VR, ottimo marketing e prezzi relativamente bassi.

logo

Sony non ha intenzione di rilasciare tutto. Ciò significa spendere ingenti somme in giochi VR esclusivi e prezzi bassi in stile Meta, senza alcuna speranza di recuperare questi investimenti in modo tempestivo.

Il successo della realtà virtuale non può essere forzato o accelerato artificialmente. Sony lo sa. Il mezzo dovrebbe coltivato con metodo biologico, anche se ciò significa impiegare più tempo del previsto. La tecnologia ha una certa maturità e deve dimostrare e sopportare se stessa in modi che può utilizzare – o svanire nell’oblio (di nuovo).

Sony vede la realtà virtuale come un investimento a lungo termine

Questo vale anche per Playstation VR 2 che, tecnicamente, ha davvero le carte in regola per avere successo. A differenza della prima Playstation VR, il sistema VR lo è solida come una roccia e a prova di futuro. Le basi sono state gettate e Sony ha ancora del tempo fino al Natale del 2023 per costruire la sua libreria software, portare l’uno o l’altro grande gioco VR e possibilmente abbassare un po’ il prezzo.

Anche allora, non sarà un grande successo e Sony sembra tenerne conto. Il successo di Sony, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo a lungo termine della realtà virtuale, sarà misurato in modo diverso rispetto alle vendite spettacolari. Quanto spesso, per quanto tempo e quanto sono felici i loro clienti di utilizzare Playstation VR 2 rispetto alla prima Playstation VR? Il costi di ricerca, sviluppo e produzione pagare?

Finché la Playstation VR 2 non sarà un completo fallimento e l’industria della realtà virtuale non collasserà completamente nei prossimi cinque anni, penso che Sony lancerà una Playstation VR 3. L’azienda sta pensando a un successo tecnologico a lungo termine e in crescita organica .

Ciò è dimostrato dagli investimenti di Sony nei display VR e nella tecnologia dei sensori, che un giorno potrebbero essere integrati in altri prodotti Sony più ampiamente commercializzati. La Playstation VR sarà solo l’inizio dell’iniziativa VR di Sony, che per ora è limitata ai giochi e potrebbe diversificarsi in futuro, proprio come le cuffie stesse, che non sono più solo per l’intrattenimento.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *