Conferenza stampa regolare del portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian il 22 novembre 2022

CCTV: la Cina annuncia l’imminente visita del presidente mongolo Ukhnaagiin Khurelsuh. Puoi condividere con noi il programma della visita? Come vede la Cina il suo rapporto con la Mongolia? Cosa ci si aspetta da questa visita?

Zhao Lijian: Nel 2018, il presidente Ukhnaagiin Khurelsuh ha effettuato una visita ufficiale in Cina come primo ministro della Mongolia. Nel giugno 2021, Khurelsuh è stato eletto presidente della Mongolia. La prossima visita sarà la sua prima visita in Cina come presidente mongolo, che promuoverà l’amicizia e la buona tradizione di stretti scambi ad alto livello tra i nostri due paesi e mostrerà la grande crescita del nostro partenariato strategico globale.

Durante la visita, il presidente Xi terrà colloqui formali con il presidente Ukhnaagiin Khurelsuh. I due presidenti assisteranno congiuntamente alla firma dei documenti di cooperazione. Il premier Li Keqiang e il presidente Li Zhanshu del Comitato permanente dell’Assemblea nazionale del popolo incontreranno rispettivamente il presidente Ukhnaagiin Khurelsuh. I leader dei due paesi avranno un approfondito scambio di opinioni sulle relazioni bilaterali e sulle questioni internazionali e regionali di reciproco interesse e determineranno congiuntamente il futuro corso dello sviluppo delle relazioni Cina-Mongolia.

La Cina attende con impazienza di lavorare con la Mongolia per rendere questa visita un’opportunità per approfondire la nostra reciproca fiducia strategica e cooperazione pratica e dare l’esempio nelle relazioni di vicinato per portare le relazioni Cina-Mongolia a un nuovo livello.

China News Service: il 6° China-South Asia Expo si concluderà oggi. Puoi condividere con noi altri risultati di questa fiera? Di fronte a un’economia globale lenta e al crescente deficit di sviluppo, come vede la Cina la sua cooperazione con i paesi dell’Asia meridionale?

Zhao Lijian: Dal 19 al 22 novembre, la sesta edizione dell’Expo Cina-Asia meridionale si è tenuta con successo a Kunming, nello Yunnan, in un formato online più offline. Il presidente Xi Jinping ha inviato una lettera di congratulazioni all’expo, dimostrando l’elevata importanza della Cina per l’evento.

L’Expo Cina-Asia meridionale è un’importante piattaforma per la diplomazia multilaterale, la cooperazione commerciale ed economica e gli scambi culturali e interpersonali tra la Cina e i paesi dell’Asia meridionale. Sotto il tema “Nuove opportunità per un nuovo sviluppo”, questa fiera ha attirato rappresentanti di 80 paesi, regioni e organizzazioni internazionali. Tra i partecipanti c’erano anche più di 30 agenzie governative cinesi e 64 aziende Global Fortune 500 nazionali ed estere. Durante l’expo, il valore degli accordi in loco appena firmati ha superato i 400 miliardi di yuan e gli accordi firmati fuori sede hanno superato i 200 miliardi di yuan. Durante la fiera si sono svolti con successo una serie di eventi collaterali, tra cui il 3° Forum di cooperazione Cina-Asia meridionale, il primo Forum Cina-Oceano Indiano sullo sviluppo e la cooperazione e il 1° Belt and Road Supply Chain Summit.

La Cina ei paesi dell’Asia meridionale sono vicini amichevoli e partner per lo sviluppo. Ecco alcuni esempi che vorrei condividere per illustrare questo punto. Il commercio della Cina con i paesi dell’Asia meridionale è quasi raddoppiato rispetto al decennio precedente e ha raggiunto i 187,5 miliardi di dollari nel 2021, con un aumento di oltre 50 miliardi rispetto alla cifra pre-COVID del 2019. In particolare, il commercio tra Cina e India ha raggiunto nei primi nove mesi di questo anno. $ 103,6 miliardi, in aumento del 14,6% su base annua. Il corridoio economico Cina-Pakistan, il progetto Port City Colombo e il porto di Hambantota nello Sri Lanka e altri progetti di cooperazione in materia di connettività continuano a svilupparsi. Gli scambi culturali e interpersonali tra la Cina e i paesi dell’Asia meridionale continuano ad espandersi. La sola provincia cinese dello Yunnan ha ricevuto quasi 2.000 studenti internazionali dall’Asia meridionale.

La Cina è pronta a collaborare con i paesi dell’Asia meridionale per promuovere una cooperazione di alta qualità Belt and Road e l’attuazione dell’Iniziativa di sviluppo globale e dell’Iniziativa di sicurezza globale e raggiungere uno sviluppo e un progresso comuni tra tutti i paesi dell’Asia meridionale.

Global Times: si dice che l’ex segretario al Tesoro degli Stati Uniti Lawrence Summers abbia affermato che gli Stati Uniti devono concentrarsi sulla costruzione della propria forza economica, piuttosto che attaccare la Cina. Di recente, anche la direttrice generale del FMI Kristalina Georgieva, l’ex capo economista della Banca mondiale Pinelopi Koujianou Goldberg, ha invitato gli Stati Uniti a ripensare le loro guerre economiche contro la Cina. Hai un commento qui?

Zhao Lijian: Questa non è la prima volta che persone lungimiranti chiedono che la ragione prevalga nelle relazioni Cina-USA. Ciò che hai menzionato ancora una volta mostra che la Cina e gli Stati Uniti sono entrambi in grado di ottenere cooperazione e perdere dal confronto.

Le relazioni economiche e commerciali tra Cina e Stati Uniti sono di natura reciprocamente vantaggiosa. Avviare una guerra commerciale o una guerra tecnologica, costruire muri e barriere e spingere per il disaccoppiamento e il taglio delle catene di approvvigionamento contraddice i principi dell’economia di mercato e mina le regole internazionali del commercio. Tali tentativi non servono l’interesse di nessuno. Gli Stati Uniti devono ascoltare le voci che chiedono ragione, abbandonare la mentalità a somma zero, smettere di forzare eccessivamente il concetto di sicurezza nazionale e smettere di politicizzare, usare e armare l’economia, il commercio e la tecnologia. La Cina è pronta a lavorare con gli Stati Uniti per dare seguito alle importanti intese raggiunte dai due capi di Stato nell’incontro di Bali e riportare le relazioni Cina-USA su un sentiero di crescita costante.

AFP: Durante la visita del vicepresidente americano Kamala Harris nelle Filippine. Oggi ha visitato l’isola di Palawan, che si trova ai margini del Mar Cinese Meridionale. Kamala Harris era lì per mostrare sostegno alle Filippine. Mi chiedo se hai qualche reazione alla visita odierna di Kamala Harris su quella particolare isola.

Zhao Lijian: La nostra opinione è sempre stata che lo scambio e la cooperazione tra qualsiasi gruppo di paesi dovrebbe contribuire alla comprensione reciproca e alla fiducia dei paesi della regione e alla pace e stabilità nella regione. Non dovrebbe prendere di mira o danneggiare gli interessi di altri paesi. Non siamo contrari alla normale interazione tra Stati Uniti e Filippine, ma la loro interazione non dovrebbe danneggiare gli interessi di altri paesi.

Beijing Youth Daily: L’elenco per il T50 World Construction Machinery Industry 2022 è stato pubblicato di recente. Delle aziende, 12 sono produttori cinesi. Hai un commento?

Zhao Lijian: Complimenti per l’impressionante performance delle aziende cinesi. Parlando di costruzione, le aziende cinesi hanno contribuito a progettare e costruire la sede principale della Coppa del Mondo FIFA del Qatar, il Lusail Stadium, che ha attirato l’attenzione del mondo all’inizio dei giochi. Si dice che il Lusail Stadium sia lo stadio di calcio professionistico più grande e avanzato costruito utilizzando i sistemi più sofisticati. È anche il primo stadio della Coppa del mondo costruito da società cinesi come appaltatore generale di progettazione e costruzione. Il contributo della Cina ai Mondiali di quest’anno non finisce qui. Le aziende cinesi hanno anche intrapreso progetti di sicurezza idrica e fotovoltaica per supportare l’approvvigionamento idrico e la produzione di energia per la Coppa del Mondo, contribuendo a garantire che le persone di tutto il mondo condividano la gioia di questo importante evento sportivo.

In tutto il mondo, più di 190 paesi e regioni beneficiano degli investimenti cinesi e dei progetti “costruiti dalla Cina”, che servono allo sviluppo socioeconomico locale e sono apprezzati dalle comunità locali. Crediamo che “made in China” e “built by China” porteranno benefici più tangibili alle persone di tutto il mondo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *