Fortnite ha rotto tutti gli altri giochi di Battle Royale per me

Ieri sera ho raggiunto il livello 100 con il mio terzo passaggio di battaglia di Fortnite di fila. Non ho raggiunto questo obiettivo attraverso una macinatura deliberata o prendendomi il tempo per passare il filo interdentale attraverso Tilted Towers, ho solo giocato per divertimento ogni volta che ne avevo voglia. Così tanti giochi con servizio dal vivo si aspettano che tu renda la loro presenza quotidiana parte della tua personalità, ma Epic Games ha in qualche modo raggiunto un ritmo in cui anche i giocatori occasionali come me troveranno appagamento in ogni stagione senza il rischio di bruciare. È stato generoso, divertente e ha rotto tutti gli altri battle royale per me.


L’ho capito per la prima volta quando sono entrato in Warzone 2 lo scorso fine settimana e ho capito che era necessario fare qualsiasi cosa in quel gioco per sempre Forse non sono abituato alla formula dopo essere stato via per così tanto tempo, ma anche l’atto di unirmi alle battaglie è una cavalcata di schermate di caricamento, lobby, filmati non ignorabili e una fase di atterraggio e saccheggio troppo lunga a causa del tempo minimo per uccisione. Puoi passare anni a prepararti e farti beccare in pochi secondi, e poi un altro filmato e un periodo di attesa si svolgeranno una volta che sarai nel Gulag. Il guanto di sfida non riesce a funzionare e torna al menu principale con te. Forse non fa per me, o il colosso di Fortnite ha preso il sopravvento sulla mia personalità più di quanto mi aspettassi.

IL VIDEO DEL GIORNO DEL GIOCATORE

Correlati: Overwatch 2 ci fallisce come servizio live

Torno ad Apex Legends ogni stagione, se non altro per vedere i nuovi eroi in azione e vedere come si sono evolute le mappe e le meccaniche. Ma l’equipaggio con cui una volta correvo si era trasferito da tempo, e io non sono uno che fa da solo un gioco in cui la composizione della squadra è importante, quindi l’ho lasciato e temevo fino a che punto avrei dovuto recuperare. PUBG è stato il mio primo assaggio del genere come molti altri, e rimane sorprendente, ma l’onnipresente paura di scavare nelle case abbandonate in cerca di bottino sperando di non essere fatto saltare in aria da uno sconosciuto con un fucile è stata sostituita da stupidi crossover . e una forte attenzione al gioco mobile che non mi interessa. Troppi giochi di questo genere si sono mossi o hanno cercato di complicarsi eccessivamente al servizio dell’evitamento della folla, e Fortnite è l’unico che riesce a raggiungere efficacemente questo equilibrio. O sono troppo semplice per John Cena.

A parte la mia imbarazzante collezione di skin, penso che il suo fascino risieda principalmente nella progressione e nella frequenza con cui mi sento ricompensato per il mio tempo. I titoli free-to-play sono progettati per permetterti di spendere soldi alla fine, rallentando la velocità iniziale delle ricompense man mano che la tua immersione aumenta, convincendoti che ora è il momento di aprire il tuo portafoglio e impegnarti completamente nell’ecosistema. È del tutto possibile continuare a giocare gratuitamente, ma non otterrai così tanto e di conseguenza il gioco ti tratta come un essere inferiore. È più facile spendere £ 8 o unirsi all’equipaggio di Fortnite per ottenere il passaggio di battaglia e iniziare a guadagnare cose interessanti. Ottieni indietro i tuoi soldi completando tutto e nessuno usa emote e icone di cattivo gusto, è tutta una questione di skin fantastiche e strumenti di raccolta che si nascondono nel mezzo del livello premium. Dai, vieni con me nel lato oscuro.

Dall’uscita del Capitolo 2 – la cui data mi rifiuto di guardare perché mi invecchierebbe – Fortnite non ha eguali in termini di soddisfazione dei giocatori. Ogni singola cosa che fai si traduce in montagne di punti esperienza. Il semplice atto di aprire forzieri, raccogliere munizioni ed evitare i nemici aumenterà il tuo livello, mentre prendere l’iniziativa di uccidere in determinati modi o esplorare luoghi specifici svilupperà missioni che avranno anche un mix più ampio di archi di personaggi e narrazioni stagionali. È geniale, e trovo ancora difficile credere a quante parti ticchettanti compongano l’intero pacchetto senza che cada a pezzi. È un incubo tonale pieno di un mix inimmaginabile di personaggi e influenze, ma l’idea centrale di Fortnite traspare da tutto. Non devi capire cosa sta succedendo, ed è così divertente che quasi non ha importanza. Almeno Epic Games ha trasformato l’oscena quantità di denaro spesa per le licenze in un filato semi-avvincente: Lady Gaga potrebbe essere l’antagonista principale e la skin sbloccabile la prossima stagione e non sarei sorpreso.

Fortnite

Fortnite fa proprio questo, e ci sono buone probabilità che sarà al fianco di Mr Beast e Ed Miliband mentre il trio si prepara ad affrontare il mondo. In confronto, non sono sicuro che nessun altro battle royale là fuori possa replicare questa miscela senza pari di densità meccanica e abietto surrealismo. Nessun altro ha i soldi, il talento o la piattaforma per farlo, tutto perché Fortnite ha passato gli ultimi anni a costruire un metaverso che fa vergognare tutti i suoi rivali. Mi sento come se fossi entrato in una setta, ma è davvero una setta fantastica, lo prometto.

Successivo: God of War Ragnarok ti lancia nel mondo aperto troppo vicino

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *