Il caso per Apple di rilasciare cuffie MR/AR nel 2023

C’è stato un sacco di buzz nel settore recentemente suggerendo che Apple rilascerà il suo primo visore MR/AR nel 2023. Sappiamo che Apple ha lavorato sul fronte del software AR da quando ha introdotto l’AR Kit nel 2017. E così Finora, l’Apple Store ha a disposizione oltre 14.000 app AR che possono essere utilizzate su iPhone o iPad.

Tuttavia, anche quando Apple ha introdotto l’AR Kit nel 2017, ha lasciato intendere che potrebbe essere necessario un qualche tipo di auricolare per offrire un’esperienza AR più coinvolgente e migliore.

È importante chiarire che Apple non è una fan del concetto Metaverse VR di Meta. Apple non ha mai approvato un mondo incentrato sulla realtà virtuale. Invece, hanno scelto di lavorare su un’esperienza AR di livello mondiale in cui dati, immagini, giochi e altre informazioni correlate vengono visualizzati su uno schermo tramite un iPhone o iPad o, come previsto, sovrapposti da alcuni occhiali MR/AR.

Tutti questi discorsi e attività sul Metaverso potrebbero fare pressione su Apple affinché introduca finalmente il suo primo set di occhiali per migliorare la sua visione AR. Apple è meticolosa nel concentrarsi su design, funzionalità, produzione di massa e modi per supportare qualsiasi cosa o ogni volta che portano sul mercato sotto forma di una qualche forma di cuffia MR/AR. In tal senso, Apple non introdurrà sul mercato cuffie o occhiali, indipendentemente dalla concorrenza, a meno che non sia davvero pronta per i suoi milioni di clienti.

Parlando con i miei contatti della catena di fornitura, mi dicono che ci sono ancora molti problemi tecnici critici che devono essere risolti per portare sul mercato un ottimo set di occhiali AR. Come molti hanno sottolineato, affinché le persone indossino occhiali AR, devono essere eleganti, leggeri, ma abbastanza potenti con una lunga durata della batteria per ottenere un’ampia accettazione del mercato. Ciò richiederebbe lenti ottiche speciali, piccole fotocamere e un piccolo schermo video che proietta le immagini sugli obiettivi stessi per fornire contenuti AR sovrapposti. Devono anche essere collegati in modalità wireless a uno smartphone in modo che la maggior parte, se non tutte, le funzioni informatiche serie vengano eseguite sull’iPhone e semplicemente trasmesse agli occhiali.

Quindi, se Apple introduce gli occhiali MR nel 2023, perché dovrebbero farlo se la tecnologia non è veramente pronta per la prima serata?

Uno dei motivi è che da una prospettiva storica, tutti i primi prodotti mobili di Apple, come l’iPod, l’iPhone, l’iPad e persino l’Apple Watch, erano ancora funzionanti quando sono stati rilasciati per la prima volta. Ad esempio, sebbene rivoluzionario, l’iPod originale è iniziato solo con il modello di terza generazione e quando Apple ha creato un modo per scaricare musica invece di estrarla dai CD e ha migliorato la sua interfaccia utente.

L’iPhone ha venduto solo circa 1 milione di unità nel suo primo anno. È iniziato solo nella sua terza generazione quando Apple ha creato il suo app store, migliorato l’interfaccia utente e fornito uno schermo più potente con una tecnologia più aggiornata.

La stessa cosa è successa con l’iPad. Anche all’inizio ha avuto un lento ciclo di adozione. Tuttavia, una volta che le applicazioni specifiche per iPad sono state lanciate dalla sua terza generazione, insieme a una risoluzione dello schermo più elevata e un peso più leggero, è decollato e ora domina il mercato dei tablet premium. L’Apple Watch era un prodotto rivoluzionario quando è stato introdotto. Ma il suo focus originale sull’essere un oggetto di lusso con poco software disponibile per migliorare l’esperienza ha rallentato la sua adozione iniziale. Di conseguenza, è troppo lento e ha raggiunto l’accettazione del mercato nella sua terza generazione.

Un importante denominatore comune attraversa tutta la prima generazione di prodotti mobili di Apple. I primi modelli sono sempre ben progettati e sfruttano appieno la tecnologia disponibile per offrire una grande esperienza fin dall’inizio e quindi evolvere il prodotto nei modelli di nuova generazione man mano che la tecnologia migliora. Inoltre, la prima generazione di prodotti è servita da banco di prova per Apple per mettere a punto il design, la funzionalità e l’ecosistema di un prodotto, poiché cambia anno dopo anno.

Apple ha imparato molto dai suoi primi utilizzatori, che saranno i primi ad acquistare gli occhiali MR/AR rilasciati da Apple ogni volta che decideranno di portarli sul mercato.

Sono ancora indeciso se Apple introdurrà degli occhiali MR/AR nel 2023, poiché c’è ancora molto lavoro da fare a livello tecnologico per fornire una gamma di occhiali MR/AR che piaccia a molti spettatori.

D’altra parte, Apple può fare abbastanza progressi da sola, con l’aiuto di importanti partner strategici. Di conseguenza, Apple potrebbe portare sul mercato gli occhiali MR/AR di prima generazione nel 2023 e iniziare il processo di apprendimento e sviluppo del design come ha fatto con tutti gli altri dispositivi mobili in passato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *