“Nessuna soluzione in vista”, avverte il capo delle finanze del consiglio

CROYDON IN CRISI: le finanze del consiglio per il 2023-2024 sono più severo rispetto a quando Croydon ha emesso per la prima volta un avviso della sezione 114, secondo un rapporto ufficiale pubblicato oggi. E la disputa sui 73 milioni di sterline di fondi immobiliari “mancanti” potrebbe trasformare il buco nero finanziario in un abisso. Di STEVEN DOWNES

Le nuvole di tempesta si radunano: L’ufficiale finanziario più anziano del consiglio dice di non vedere alcuna via d’uscita dal buco nero finanziario di Croydon

La posizione di Croydon per il prossimo esercizio finanziario è peggiore rispetto a quando il consiglio ha suonato per la prima volta il campanello d’allarme due anni fa, secondo un documento ufficiale del consiglio rilasciato oggi dalle finanze del municipio dei più alti funzionari del consiglio.

“Il consiglio sta affrontando una situazione finanziaria molto seria che attualmente non ha alcuna soluzione in vista”, ha detto questa mattina Jane West, “direttore delle risorse aziendali” di Croydon all’emissione del terzo avviso di fallimento della sezione 114 del distretto entro due anni.

Nel novembre 2020, Croydon ha ammesso di non essere riuscita a pareggiare il proprio budget per quell’anno finanziario a causa di una spesa eccessiva del budget devastata dal covid di 63 milioni di sterline, che ha portato al suo primo S114.

Ora, West ha raggiunto una probabile spesa eccessiva nel 2023-2024 “superiore a 77 milioni di sterline”, e questo nonostante un aumento delle tasse comunali del 5% in arrivo il prossimo aprile.

Ha anche avvertito che rimangono mine terrestri finanziarie nei conti precedenti del 2019-2020, 2020-2021 e dell’anno finanziario in corso, che potrebbero presentare all’attuale amministrazione, sotto il sindaco Tory Jason Perry, commissioni e responsabilità aggiuntive.

Il linguaggio utilizzato è il linguaggio del consiglio, ma il significato è chiaro: Croydon rimane nel caos totale: “Il consiglio attualmente non ha un piano d’azione solido e completamente realizzabile per evitare un saldo negativo del fondo generale nel prossimo anno finanziario”, ha avvertito West.

Le cose possono peggiorare: il direttore delle finanze del consiglio Jane West

Nel suo rapporto, West ha ammesso che Croydon aveva negoziato con i contribuenti del governo presso il Dipartimento per gli alloggi, gli alloggi e le comunità, ma era improbabile che qualsiasi salvataggio da Whitehall fosse approvato fino a febbraio.

E le cose potrebbero peggiorare, peggiorare, possibilmente con a il quarto S114 L’avviso è ancora in arrivo.

L’uso improprio di 73 milioni di sterline di denaro contante presumibilmente separato dal Conto delle entrate immobiliari in altre spese generali del conto, rimane un punto dolente per i revisori esterni di Grant Thornton.

“C’è una questione irrisolta in relazione alle entrate in conto capitale da Croydon Affordable Homes/Croydon Affordable Tenures…”, ha detto West, in relazione ai conti 2019-2020, da quando Tony Newman e il suo vice sono in corsa, che è Alison Butler. il municipio con Simon Hall come capo del gabinetto delle finanze.

“Questo problema è stato segnalato nella relazione sul bilancio del 7 marzo 2022 come potenzialmente in grado di richiedere una nuova direzione di capitalizzazione da parte del governo”, ha riferito West.

“Se questa questione viene risolta a favore del consiglio, ci sarà bisogno di un addebito di 9 milioni di sterline sulle riserve che possono essere sistemate all’interno delle attuali riserve e accantonamenti del consiglio.

“Tuttavia, se i revisori esterni richiedono un aggiustamento di 70 milioni di sterline, il consiglio ci sarà un deficit nel 2022-2023. Ciò richiederà un avviso S114(3) specifico per il 2022-2023.”

Il rapporto di West inizia descrivendo la situazione finanziaria del consiglio come “molto grave… con significativi deficit finanziari non finanziati previsti dal 2023-2024 in poi”.

Problemi abitativi: l’uso improprio di 73 milioni di sterline di denaro HRA risale a quando Tony Newman e Alison Butler erano a capo del consiglio

Ha scritto: “La mia conclusione come S151 Officer è che Croydon attualmente non ha alcuna prospettiva di tornare alla sostenibilità finanziaria senza un sostegno finanziario significativo ed eccezionale da parte del governo al di là del consueto meccanismo di Capitalization Directions.

“Da quando sono entrato a far parte del consiglio nel marzo 2022, consapevole del mio dovere statutario ai sensi della Sezione 114, ho mantenuto la necessità di emettere un avviso S114 (3) sotto costante revisione. Come nuovo ufficiale S151, devo fare la mia valutazione della posizione finanziaria del consiglio.

West si riferiva al suo predecessore nella sede della finanza del consiglio, Lisa Taylor, che ha emesso il primo avviso S114 di Croydon nel novembre 2020. “Va notato che quando l’avviso S114(3) originale è stato emesso nel 2020 dall’ex funzionario S151, non sarebbe stato a conoscenza di alcune delle questioni attuali sollevate oggi”.

West ha detto che, in un pizzico, il consiglio volere pareggiare il bilancio di quest’anno fiscale – dato che era uno dei due alti funzionari che l’hanno firmato, deve essere stato un po’ di sollievo.

Citando i pagamenti degli interessi sui debiti del consiglio, il programma di capitale del consiglio e il problema HRA da 73 milioni di sterline, West ha dichiarato: “Secondo il mio punto di vista professionale, anche se tutte queste nuove spese di entrate sono necessarie, il Comune di Croydon è tecnicamente in grado di far fronte a questi costi all’interno delle sue attuali riserve e disposizioni.

Non lo so: Lisa Taylor ha emesso il primo S114 di Croydon

“Se vuole farlo è qualcosa che deve essere esplorato ulteriormente perché lascerà il consiglio senza nulla su cui fare affidamento per sfide inaspettate”. Come se ci vorranno tutti i 27 milioni di sterline di riserve accumulate dal 2020 – in gran parte utilizzando il denaro del salvataggio del governo – tutto dovrà essere speso.

Il cupo rapporto di West suggerisce che non c’è davvero fine ai guai del consiglio.

Il lavoro svolto finora nella preparazione dei bilanci per il 2023-2024, ha affermato, ha scoperto che “la combinazione dei requisiti di bilancio in corso di questi aggiustamenti di bilancio preesistenti, i principali problemi strutturali all’interno delle finanze comunali come l’onere del debito tossico del patrimonio netto negativo da lo storico indebitamento incontrollato e le questioni nazionali e globali che attualmente devono affrontare il settore del governo locale stanno minando i progressi compiuti nella ripresa finanziaria….

“È chiaro che per pareggiare il bilancio del consiglio nel 2023-2024, e negli anni successivi, sarà necessario un sostegno aggiuntivo oltre alle indicazioni di capitalizzazione normalmente messe in atto dal governo centrale”.

E queste misure possono includere: “Il sostegno straordinario oltre le linee guida sulla capitalizzazione può includere la cancellazione di tutto o parte del debito in essere del comune, il permesso di rimborsare il debito per un periodo più lungo e/o a un tasso di interesse inferiore, o il permesso di aumentare il Imposte oltre il limite referendario”, ovvero il limite del 5% imposto dal governo.

“Il consiglio ha avviato un dialogo con il Dipartimento per il livellamento, l’edilizia abitativa e le comunità (DLUHC) ma è improbabile che riceva conferma di potenziali soluzioni al bilancio squilibrato del consiglio prima di febbraio 2023, nonostante la collaborazione dei funzionari del governo con i funzionari del consiglio. in un modo molto favorevole.” Il che è carino.

Leggi di più: Il Consiglio è stato costretto a emettere un terzo avviso di fallimento in soli due anni
Leggi di più: Dopo quasi un anno, Gove si siede su due rapporti di “miglioramento”.
Leggi di più: “L’incertezza che devono affrontare tutte le autorità locali è senza precedenti”
Leggi di più: I conservatori accusano i laburisti di “errori scioccanti” nei bilanci


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *