I futures sono stati poco cambiati prima della festa del Ringraziamento

I futures sulle azioni sono stati leggermente modificati all’inizio di mercoledì, l’ultimo giorno intero di negoziazione prima della festa del Ringraziamento.

Verso le 8:45 ET, i contratti future legati a S&P 500, Dow e Nasdaq erano più alti, anche se nessuna mossa è stata maggiore dell’avanzamento dello 0,14% del Nasdaq.

Mercoledì servirà come ultimo giorno intero di negoziazione di questa settimana, con i mercati statunitensi chiusi domani per il Ringraziamento e aperti solo per mezza giornata il Black Friday.

Gli investitori dovranno affrontare un fitto calendario economico prima del fine settimana festivo, con gli ultimi dati sulle richieste di disoccupazione settimanali che mostrano che la scorsa settimana sono state presentate 240.000 nuove richieste di assicurazione contro la disoccupazione, il massimo dalla metà di agosto. Gli economisti si aspettavano che le richieste iniziali ammontassero a 225.000 per la settimana terminata il 19 novembre.

Anche gli ordini di beni durevoli per ottobre sono stati rilasciati all’inizio di mercoledì, mostrando che gli ordini sono aumentati dell’1% il mese scorso contro le aspettative di un aumento dello 0,4%, secondo i dati di Bloomberg.

Mercoledì sono previsti anche i dati sull’attività manifatturiera, le vendite di nuove case e i verbali dell’ultima riunione politica della Fed.

Gli operatori cercheranno di sfruttare il recente slancio per le azioni statunitensi, con l’S&P 500 che ha chiuso martedì sopra i 4.000 per la prima volta in due mesi, mentre il Dow ha chiuso al massimo di tre mesi.

Nell’ultimo mese, il Dow è salito di quasi il 10%, mentre l’S&P 500 è salito di oltre il 6,5%. Il Nasdaq pesantemente tecnologico ha continuato a rimanere indietro, salendo di meno del 3% durante quel periodo poiché i tassi più alti e il crollo dei mercati delle criptovalute hanno pesato sul settore tecnologico in generale.

Tuttavia, la recente azione di mercato ha reso alcuni strateghi più rialzisti in vista della fine dell’anno, anche se i team di alto profilo di Morgan Stanley e Goldman Sachs hanno emesso una prospettiva più cauta per il mercato azionario questa settimana.

“Il mercato è come una molla a spirale”, Brian Belski, chief investment strategist di BMO Capital Markets ha detto su Yahoo Finance Live martedì. “Penso che il mercato continuerà a… andare più in alto. Penso davvero che ci sia una buona possibilità che supereremo i 4.000 [on the S&P 500] alla fine dell’anno.”

Belski ha un obiettivo di prezzo di fine anno di 4.300 sull’S&P 500, indicando che l’indice potrebbe guadagnare un altro 8% o più entro la fine di quest’anno.

Altrove nei mercati all’inizio di mercoledì, i prezzi del petrolio sono rimasti sotto pressione con i futures WTI in calo del 2% a circa $ 79 al barile, a pochi dollari dal minimo del 2022 tra rapporti contrastanti sulla produzione dell’Arabia Saudita questa settimana e notizie che gli Stati Uniti stanno chiudendo in sull’annuncio di un prezzo massimo per le esportazioni di petrolio russo.

Nei mercati delle criptovalute, le conseguenze del crollo dell’FTX continuano a riverberarsi nel settore, anche se il prezzo del bitcoin è salito di diversi punti percentuali all’inizio di mercoledì per essere scambiato vicino a $ 16.580.

Martedì, Digital Currency Group, la società madre del travagliato exchange Genesis Global, è diventato l’ultimo importante player di criptovalute a uscire allo scoperto e rassicurare gli investitori che una dichiarazione di fallimento non è imminente.

In una nota ai dipendenti DCG, il CEO Barry Silbert ha affermato che la decisione di interrompere i riscatti e le nuove attività presso Genesis la scorsa settimana è il risultato di una “mancata corrispondenza di illiquidità e durata nel libro dei prestiti Genesis”.

Silbert ha rivelato che c’erano prestiti interaziendali concessi tra DCG e Genesis, ma ha sostenuto che questi prestiti sono stati concessi “nello stesso spirito di centinaia di società di investimento in criptovalute”.

Per quanto riguarda gli utili, i risultati di questa mattina di Deere & Co. (DE) ha fatto salire le azioni di circa il 5% con il gigante agricolo che ha riportato utili che hanno superato le aspettative.

Un trattore John Deere è visto durante una gara di trattori chiamata ‘Traktoryja’ organizzata come parte del tradizionale festival del raccolto di Dozhinki. Gieraltowice, contea di Wadowice in Polonia, il 28 agosto 2022. (Foto di Beata Zawrzel/NurPhoto via Getty Images)

Altri promotori all’inizio di mercoledì includevano nomi che hanno rilasciato risultati dopo la chiusura del mercato martedì, tra cui HP (HPQ), Nordstrom (JWN) e Autodesk (ADSK).

Le azioni HP sono aumentate di circa il 2% all’inizio di mercoledì dopo che la società ha annunciato l’intenzione di ridurre la sua forza lavoro fino al 12%, o 6.000 posti di lavoro, entro la fine del suo anno fiscale 2025 in risposta al rallentamento del mercato dei PC.

Le azioni di Nordstrom sono scese del 9% all’inizio di mercoledì dopo aver riportato un calo delle vendite nel trimestre più recente e aver previsto un profitto inferiore per l’intero anno.

Le azioni di Autodesk (ADSK) sono diminuite fino al 10% dopo che quest’anno la società ha tagliato le sue prospettive di fatturazione e flusso di cassa, citando “meno domanda di contratti pluriennali, anticipati e più domanda di contratti annuali di quanto ci aspettassimo”.

Fare clic qui per le ultime notizie sul mercato azionario e un’analisi approfondita, inclusi gli eventi che spostano le azioni

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finance

Scarica l’app Yahoo Finanza per Mela o Androide

Segui Yahoo Finanza su Cinguettio, Facebook, Instagram, Lavagna a fogli mobili, Linkedine Youtube

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *