Un grande impulso per il turismo nel Nord Est poiché la regione è stata scelta per l’iniziativa per aumentare il numero di visitatori

  • L’obiettivo è quello di creare uno sportello unico per mostrare il meglio della regione, attrarre investimenti e rilanciare l’economia locale
  • Il Programma contribuirà ad attrarre più visitatori attraverso nuove iniziative e si rivolgerà a eventi e mercati nazionali e internazionali chiave

Il Nordest è stato scelto come location per un grande progetto turistico che mira ad attrarre maggiori investimenti, ospitare più eventi sportivi, imprenditoriali e culturali, sostenere la crescita delle imprese, creare nuovi posti di lavoro e rafforzare il numero di turisti nazionali e internazionali.

Gli enti turistici, noti come Destination Management Organisations (DMO), aiutano le imprese e i visitatori a conoscere un’area e spesso assumono un ruolo guida nello sviluppo del settore turistico locale.

Ma la revisione indipendente dell’anno scorso dei DMO condotta da Nick de Bois, ha rilevato che il panorama è affollato e frammentato. Ad esempio, ci sono oltre 150 DMO di tutte le forme e dimensioni in Inghilterra, il che crea confusione per i turisti che pianificano pause e le aziende che desiderano investire.

Per risolvere questo problema e garantire che il paese offra ai turisti il ​​miglior servizio, il governo ha semplificato le DMO accreditando le organizzazioni più performanti in modo che possano far crescere l’economia dei visitatori e attrarre importanti eventi commerciali, culturali e sportivi. I piani sono stati fissati all’inizio di quest’anno.

Nell’ambito dei piani per rivedere l’attuale sistema, l’iniziativa NewcastleGateshead nel nord-est è stata selezionata per guidare un progetto pilota in collaborazione con Visit Northumberland e Visit County Durham che lavorano in sette aree di autorità locali. La partnership riceverà 2,25 milioni di sterline per aiutare a sviluppare e commercializzare con successo la regione come destinazione imperdibile, attirando al contempo ulteriori investimenti privati ​​e stimolando la crescita.

L’obiettivo del modello di partnership è estendere la stagione turistica e attirare più visitatori da tutto il Regno Unito e dall’estero attraverso iniziative come la creazione del Tour de Yorkshire, dopo la tappa dello Yorkshire del Tour de France nel 2015, o i Giochi del Commonwealth a Birmingham quest’estate.

Lavorando insieme, gli enti del turismo possono attrarre nuovi hotel, sviluppare importanti attrazioni come l’Eden Project in Cornovaglia, costruire sul patrimonio locale e sui beni culturali attraverso offerte come Patrimonio mondiale dell’UNESCO, accrescere l’offerta di cibi e bevande e massimizzare il potenziale della regione risorse naturali, tra cui cieli bui, spiagge e parchi nazionali.

Lavorando con l’industria del turismo e il cluster digitale in crescita, le partnership garantiranno inoltre che l’offerta turistica sia completamente accessibile a tutti i visitatori, comprese le famiglie e i visitatori con esigenze di accesso. Ad esempio, la NewcastleGateshead Initiative ha recentemente collaborato con la società tecnologica Kerckhoffs per catturare l’esperienza coinvolgente del Quayside Market di Newcastle utilizzando la tecnologia Eyemmersive. Il video consente ai visitatori di esplorare virtualmente il mercato e preparare i bambini con bisogni educativi speciali e disabilità prima che lo sperimentino nella vita reale.

Il ministro del turismo Stuart Andrew ha dichiarato:

Dal Vallo di Adriano alla Cattedrale di Durham e alle luci sfavillanti di Newcastle, il nord-est ha molto da offrire ai turisti di tutto il mondo, ma vogliamo andare oltre e attrarre più visitatori.

Stiamo esaminando cos’altro possiamo fare per semplificare il modo in cui gli enti turistici regionali lavorano insieme, migliorare l’offerta della regione e il modo in cui si vende.

Con un finanziamento di 2,25 milioni di sterline, ci auguriamo che il Nord Est possa essere un pioniere per altre aree nello sbloccare il suo potenziale e dare il meglio di sé.

Il direttore di VisitEngland, Andrew Stokes, ha dichiarato:

Congratulazioni al Nord Est per essere stato annunciato come regione pilota per la Destination Development Partnership (DDP).

La decisione del governo del Regno Unito di procedere con un approccio pilota è un’importante opportunità per dimostrare il concetto di DDP, dimostrando i vantaggi che queste riforme avranno se implementate in tutto il paese. Saremo anche in grado di misurare un elemento del finanziamento a livello regionale per sviluppare il turismo e l’impatto che ciò avrà, il che rafforzerà le ragioni per finanziamenti futuri.

Non vediamo l’ora di lavorare con la NewcastleGateshead Initiative e gli enti del turismo di Northumberland e Durham per sviluppare il progetto pilota DDP, assicurandoci di disporre dell’infrastruttura giusta per consentire all’Inghilterra di continuare a essere una destinazione avvincente per i visitatori nazionali e internazionali.

Sarah Green, CEO, Iniziativa NewcastleGateshead:

Questo pilota è un’incredibile opportunità per sbloccare il nostro potenziale di crescita nel Nord Est, attirando più visitatori, raggiungendo nuovi mercati internazionali, creando posti di lavoro, facendo crescere il business, attraendo investimenti e aumentando l’orgoglio locale nella nostra zona.

Come prima partnership per lo sviluppo della destinazione, lavoreremo con i nostri partner Visit County Durham e Visit Northumberland per garantire che il settore turistico sia supportato e cresciuto in tutte e sette le autorità locali della regione. La nostra regione fungerà da modello per il resto dell’Inghilterra e non potremmo essere più orgogliosi di contribuire a plasmare il panorama futuro delle organizzazioni di gestione delle destinazioni, lavorando insieme per garantire la crescita economica locale attraverso l’economia dei visitatori.

Dal castello di Auckland ai giardini di Alnwick, dai cieli bui ai luoghi scintillanti, dal fish and chips alla cucina raffinata: questa partnership mira a fornire un’accoglienza inclusiva per tutti, attirando più visitatori internazionali e nazionali con un’incredibile offerta regionale e un’esperienza per i visitatori.

I partenariati dovrebbero sostenere le imprese nella creazione di offerte turistiche sostenibili, ridurre la loro impronta di carbonio e offrire ai consumatori opportunità di divertirsi riducendo al minimo il loro impatto sull’ambiente.

Grazie a nuove partnership, i turisti sapranno dove andare per trovare informazioni affidabili e di qualità, adatte alla loro destinazione. Andando avanti, significherà anche che gli enti del turismo potranno lavorare in modo più efficace con le autorità locali per esplorare nuove iniziative come le iniziative di viaggio che rendano più facile per i turisti spostarsi nell’area locale.

Le prove saranno raccolte durante il pilota per capire quanto sia efficace il modello proposto e per supportare eventuali considerazioni di finanziamento future.

Se il progetto pilota avrà successo, il governo cercherà di implementare il modello di partenariato in altre regioni dell’Inghilterra.

DOPO

Note per i redattori:

  • Vedi la risposta completa alla revisione DMO su gov.uk
  • DCMS supporta i settori centrali del paese per far crescere l’economia e fare la differenza nel luogo in cui vivono le persone.
  • I settori DCMS, come la tecnologia, le telecomunicazioni e le industrie creative, hanno contribuito all’economia con 211 miliardi di sterline lo scorso anno e hanno sostenuto oltre quattro milioni di posti di lavoro in tutto il Regno Unito. E stanno creando nuovi posti di lavoro, con 250.000 posti di lavoro in più rispetto al 2019, prima della pandemia.
  • Il turismo è importante per l’economia inglese. Ha contribuito con 74 miliardi di sterline al Regno Unito nel 2019, impiega persone in tutto il paese, offre sviluppo economico locale e fa sentire le persone dove vivono.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *