I viaggi all’estero per “prendere ordini” mostrano il potere endogeno dell’economia cinese: editoriale del Global Times

La vista del parco industriale di Suzhou Foto: VCG

Venerdì mattina presto, un volo charter con a bordo una delegazione d’affari, organizzato e sponsorizzato dal governo di Suzhou, è partito per l’Europa. Questo è il primo volo charter che trasporta un gruppo economico e commerciale in partenza per la Francia e la Germania dallo scoppio del COVID-19. Finora, province tra cui Jiangsu, Zhejiang, Sichuan, Guangdong e Fujian hanno organizzato attività simili. In genere si prevede che più province e città si uniranno alla tendenza di andare all’estero per trovare affari. Correre contro il tempo, ottenere più ordini e opportunità… questo è il compito più importante che le aziende cinesi hanno svolto quando sono salite sull’aereo. Questo fa vedere al mondo il forte slancio endogeno dell’economia cinese.

L’Ufficio Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese (PCC) ha tenuto una riunione il 6 dicembre, che ha sottolineato la necessità di mostrare l’entusiasmo della società per l’iniziativa, per garantire che i funzionari e le imprese osino prendere decisioni da soli come le autorità locali e i residenti osano tracciare nuove strade. Il termine “osare” invia il segnale più forte: essere uniti e sforzarsi di aprire un nuovo orizzonte e uno spazio più ampio per lo sviluppo di alta qualità della Cina con uno spirito combattivo attivo. Si può dire che le successive delegazioni che si recano all’estero fanno eco e attuano lo spirito del governo centrale e stabiliscono un modello per una migliore promozione dello sviluppo economico e sociale sostenibile in varie regioni.

Negli ultimi tre anni, la Cina, attraverso gli sforzi congiunti e la forza dell’intero Paese che il mondo esterno difficilmente può immaginare, ha affrontato con pazienza gli effetti più forti della pandemia COVID, proteggendo efficacemente la vita e la salute dei suoi cittadini, pur mantenendo il buon funzionamento generale della società e dell’economia. Raggiunge i massimi risultati di prevenzione e controllo del COVID al minor costo. Questa è la principale premessa e condizione in cui l’economia e la società possono gradualmente riprendere il loro normale funzionamento. Oggi abbiamo preso un’iniziativa per affrontare il COVID. Con misure di prevenzione e controllo sempre più ottimizzate, l’energia della società cinese, accumulata da tempo, continuerà a essere rilasciata. Per questo paese di oltre 1,4 miliardi di persone, è molta energia.

Combattere coraggiosamente, assumersi rischi e affrontare difficoltà, questa è l’impressione generale che il mondo ha sui cinesi. Dopo la riforma e l’apertura, Yiwu, la provincia dello Zhejiang della Cina orientale, dove un tempo le persone portavano merci sulle spalle e vivevano nei mercati con tamburi a sonagli in mano, divenne l’inizio di molti canali commerciali internazionali che collegavano il mondo intero. Dal momento in cui le persone allestiscono bancarelle per fare affari, all’attuale alto livello di apertura, la situazione economica della Cina nel mondo non è più quella di una volta, ma l’energia rimane la stessa.

Il potere endogeno deriva dal desiderio del popolo cinese di una vita migliore. La ricerca della felicità è stata a lungo un consenso e una credenza comuni nella società cinese. Negli ultimi anni, alcune persone negli Stati Uniti e in Occidente hanno fallito nel loro tentativo di screditare l’economia cinese, e una ragione importante è che non capiscono la società cinese o il carattere del popolo cinese.

La gente ha notato che dopo lo scoppio del COVID-19, gli Stati Uniti e alcuni paesi occidentali hanno pagato un prezzo enorme in termini di vite umane. Dimissioni su larga scala sono state viste in paesi come gli Stati Uniti e il Regno Unito dopo essere stati costretti ad “aprirsi”.

Tuttavia, in Cina si sta assistendo a una scena generale di “rimboccarsi le maniche e lavorare sodo” e “corsa contro il tempo”, dopo che il Paese ha resistito ai peggiori effetti del virus. La frase “sdraiarsi” non apparirà mai nel dizionario dello sviluppo economico e sociale della Cina.

Proprio per questo, negli ultimi tre anni, nonostante i molteplici effetti dell’epidemia e dell’incertezza internazionale, il commercio estero della Cina ha continuato a crescere in controtendenza, raggiungendo nuovi massimi e diventando uno dei punti di forza dell’economia cinese e mondiale.

Molti governi locali hanno preso l’iniziativa nell’ondata di “andare all’estero per accaparrarsi ordini”. Con le imprese preoccupate di uscire a causa dell’epidemia, alcuni dipartimenti del governo locale hanno preso l’iniziativa, fornendo segnali proattivi alle imprese. La spinta a doppio senso del governo e delle imprese è uno dei “segreti” dietro il successo economico della Cina. Nei moderni libri di testo di economia in stile cinese, la posizione del governo non è superiore al mercato, piuttosto c’è una combinazione di un governo attivo e di un mercato efficiente. Pertanto, crediamo che nel processo di andare all’estero, i governi locali possano coordinare lo sviluppo e la sicurezza, considerare il mercato e lo stato di diritto, evitare assembramenti di seguaci ed essere esattamente in sintonia con la situazione, che è anche la definizione di un alto grado di apertura.

I cambiamenti nella vita rivelano le vere qualità di un eroe. Allo stato attuale, la ripresa generale dell’economia mondiale è debole e la foschia dell’epidemia non è ancora del tutto scomparsa. Anche la Cina deve affrontare molte sfide. Ma quando arriva una crisi, vedremo chi è il vero eroe. Ci auguriamo che lo spirito imprenditoriale sia ispirato quando i funzionari e le imprese osano prendere decisioni da soli mentre le autorità locali e i residenti osano tracciare nuove strade, perché la nuova era è l’era di coloro che si impegnano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *