The Last Clockwinder porta intelligenti rompicapi di automazione su PS VR 2 – PlayStation.Blog

Ti ritrovi a controllare i guanti di Clockwinder, un’incredibile invenzione che ti consente di registrare qualsiasi cosa tu faccia con le tue mani e trasformare quell’azione in un clone di robot che ripete esattamente ciò che hai fatto in un loop. Questi cloni si chiamano Gardeners e avrai bisogno del loro aiuto per salvare la casa della tua infanzia. Usa i cloni per raccogliere piante, azionare macchinari e persino lanciarti oggetti e catturarli dall’altra parte della stanza. Non esiste un’unica soluzione per qualsiasi sfida: puoi creare incredibili imprese di precisione o macchine Rube Goldberg senza cervello. L’unico limite è la tua creatività.


The Last Clockwinder è un mix unico di automazione e gameplay rompicapo. Sin dal suo lancio, il gioco è stato ampiamente riconosciuto per il suo design innovativo, ricevendo numerosi premi tra cui il miglior gioco VR per PC del 2022 di Road To VR, il miglior gioco VR del 2022 di Hardcore Gamer e finalista ai DICE Awards in entrambe le categorie VR. Siamo entusiasti di portare The Last Clockwinder su PlayStation VR2 il 22 febbraio.

Siamo grandi fan dei giochi di automazione, ma la parte meno apprezzata dell’automazione è inserire le istruzioni per le cose che vuoi automatizzare. Selezionare, trascinare, spostare le linee temporali: può essere molto complicato! È qui che l’automazione differisce dai cloni.

In The Last Clockwinder, l’unico modo per dire a un clone cosa fare è farlo da solo. Con la semplice pressione di un pulsante inizi a registrarti. Le tue mani, la testa e tutti i tuoi input vengono registrati in breve tempo. Durante la registrazione, puoi raccogliere oggetti, lanciare e catturare, utilizzare strumenti – quasi tutto. Al termine della registrazione, un clone apparirà dove ti trovi e inizierà a ripetere le azioni che hai eseguito in loop. I cloni possono essere creati utilizzando loop di 2, 4 o 8 secondi e il sistema di registrazione assicura che i cloni rimangano sincronizzati. Non è necessario giocherellare!

La creazione di un’interfaccia così espressiva e facile da usare è possibile solo in VR. Con il tracciamento preciso e il movimento 3D libero, non c’è attrito tra il pensare a qualcosa e il farlo. Questa è una meccanica di gioco davvero unica per la realtà virtuale.

Per progredire nel gioco, dovrai creare gruppi di cloni che lavorino insieme per raccogliere risorse dalle piante. Utilizzerai queste risorse per molte cose: alimentare macchinari, creare nuovi semi di piante e sbloccare stanze all’interno della Torre dell’orologio.

Quando esci da una stanza, i tuoi cloni rimangono e continuano a creare e raccogliere risorse mentre sei via. Puoi tornare nella stanza più tardi per piantare nuovi semi o provare un nuovo layout di clonazione per migliorarli.

Per superare la trama principale di The Last Clockwinder sono necessarie un po’ di destrezza e risoluzione dei problemi. Ma per i giocatori che vogliono di più, ci sono sfide opzionali nella maggior parte delle stanze dei puzzle. Dovrai affrontare limiti sempre più severi sul numero di cloni che puoi utilizzare: pensa attentamente a dove registrare i tuoi cloni e come rendere ciascuno di essi il più efficiente possibile!

La storia di The Last Clockwinder è raccontata da un cast di incredibili doppiatori tra cui Cissy Jones (Firewatch, Life Is Strange) e Ray Chase (Final Fantasy XV). In tutta la Torre dell’orologio troverai registrazioni che possono essere messe in pausa o riascoltate, permettendoti di rivivere la storia al tuo ritmo e senza interrompere la risoluzione degli enigmi.

Da bambino, Jules viveva nella Torre dell’Orologio, una struttura costruita su un enorme albero che conteneva piante rare provenienti da tutta la galassia. L’unico altro residente della Torre dell’Orologio è Clockwinder Edea, custode dell’albero e delle sue piante. Sono passati molti anni da quando Jules ha lasciato la Torre dell’Orologio quando riceve un segnale di soccorso: Edea è scomparsa e la Torre dell’Orologio sta affondando nell’oceano. Con l’aiuto del suo pilota e socio in affari Levi, Jules si dirige verso la Torre dell’Orologio, determinata a salvare la casa della sua infanzia.

La Torre dell’Orologio è un luogo unico, antico e ricco di storia. Generazioni di Clockwinders si sono basate sul lavoro dei loro predecessori, creando una tecnologia che sembra interagire con l’albero stesso, fluendo organicamente dentro e fuori dall’albero. Man mano che cadeva in rovina, il confine tra natura e tecnologia diventava sempre più sfumato. Muschio, cirripedi e ruggine fanno della Torre dell’Orologio un arazzo di vita e decadenza.

The Last Clockwinder è un titolo di lancio per PS VR 2 e sarà disponibile il 22 febbraio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *